Ad Asti la Douja d’Or, l’Oscar del vino

Douja

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Ai nastri di partenza il “Settembre Astigiano”, una tradizione lunga mezzo secolo, che vede la magnifica cittadina di Asti e la Douja, diventare per dieci giorni il centro di eccellenza dove degustare tutti i vini del Piemonte.

Dall’8 al 17 settembre

Nel dialetto piemontese la “Douja” (pronuncia dùia) è l’antico recipiente di terracotta utilizzato per travasare, conservare e servire il vino. La maschera piemontese Gianduja, Gian d’la Douja, la usa al posto del bicchiere per le sue allegre bevute. Ad Asti la “Douja d’Or” è sinonimo di festa del vino. La manifestazione, ideata nel 1967 dall’allora presidente della Camera di Commercio Giovanni Borello, è cresciuta di anno in anno fino a diventare una delle più prestigiose fiere-mercato del vino italiano. Douja d’Or - Asti
In settembre, nei dieci giorni a cavallo tra il secondo e il terzo week end, vengono presentati in degustazione e in vendita, centinaia di vini Doc e Docg selezionati dagli esperti dell’Onav con il concorso nazionale “Premio Douja d’Or”. Tra i premiati spiccano gli Oscar della Douja d’Or, vini di assoluta eccellenza, insigniti della brocca dorata che simboleggia la manifestazione.

L’iniziativa presenta anche un ricco programma di eventi culturali ispirati al mondo del vino – arte, musica, teatro e letteratura – con ospiti di livello nazionale.

Programma e novità

L’appuntamento è per venerdì 8 settembre alle 19 presso Palazzo Ottolenghi per l’apertura al pubblico della 51° edizione del Salone Nazionale di Vini Selezionati Douja D’Or.

L’edizione di quest’anno si presenta come vetrina di eccellenza di tutte le produzioni del territorio. Alle degustazioni dei vini regionali premiati al Consorzio Enologico Nazionale Douja d’Or, in assaggio presso il banco del Salone, si affiancano le degustazioni delle più nobili produzioni vinicole del territorio dei 10 Consorzi di tutela regionali coordinati da Piemonte Land of Perfection. L’iniziativa si svolge nella splendida cornice di Piazza San Martino, uno degli spazi architettonici barocchi più belli della città.

Douja d’Or - Asti

All’interno del programma è prevista la rassegna “Piatto & Dolce d’Autore”, dove dieci rinomati ristoranti si alternano presentando un piatto – primo o secondo – abbinato alle eccellenze vinicole del territorio. A seguire viene proposto un dolce d’autore ideato per l’occasione da maestri pasticceri servito con un calice di Asti Spumante DOCG, offerto dal Consorzio per la Tutela dell’Asti. Per chiudere, un assaggio di grappa offerto dai produttori associati all’Istituto Grappa Piemonte.

Il Festival delle Sagre, si aprirà sabato 9 alle 18.30 in Piazza Campo del Palio. 41 pro loco coinvolte, 80 piatti preparati e, poi, domenica 10, al mattino, attesi 3.000 figuranti in costume per la tradizionale sfilata che ripropone fedelmente momenti di vita contadina di un tempo, lungo le vie del centro di Asti.

Domenica 17 si chiuderà con il il Palio di Asti. Asti - Palio

Trenitalia ha programmato diciassette treni straordinari per venire incontro alle esigenze dei visitatori dell’evento consentendo loro un agevole rientro al termine della manifestazione. www.doujador.it

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.