Carinzia: relax alle terme dei minatori

Di / 5 ottobre 2017 Benessere Nessun commento
Carinzia

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Relax alle terme dei minatori.

L’autunno è la stagione più adatta per ritagliarsi un rigenerante weekend di benessere e la Carinzia è una delle destinazioni da privilegiare. Specialmente quando i colori autunnali rendono magico il paesaggio: le betulle si tingono di giallo, i larici prendono tutte le sfumature del marrone, le querce sono multicolore. Uno spettacolo naturale di rara bellezza.

 

Bad Bleiberg – Nelle antiche gallerie.

Una località da scoprire è Bad Bleiberg, piccolo centro termale a due passi dal confine italiano con l’Austria, che per secoli è stata terra di miniere e di minatori. Dal Medioevo fino a qualche decennio fa, infatti, qui furono scavate più di 1.300 chilometri di gallerie per estrarre piombo e zinco. Le miniere oggi non sono più in attività, ma esiste il “sentiero dei minatori” che porta all’ingresso delle numerose gallerie (alcune sono visitabili e illuminate). Sul percorso, ben indicato da cartelli gialli che raffigurano scalpello e martello, simboli dei minatori, si trovano informazioni anche in italiano sulla storia di questa affascinante terra di minatori, diventata nel 1951 luogo dalla vocazione termale. Tutto cambiò quando i minatori al lavoro nelle miniere di piombo perforarono per caso una sorgente termale e improvvisamente l’acqua calda inondò le gallerie. Alcuni anni più tardi l’acqua fu riconosciuta come “fonte termale”; nel frattempo i minatori ‘crearono‘ sottoterra delle piccole piscine per riposare, traendone benefici. Il paese di Bleiberg prese così la denominazione di Bad Bleiberg, cioè “Bagni Bleiberg”.

L’acqua termale è ora utilizzata in forma purissima (non allungata) dal Centro benessere dell’hotel Bleibergehof, da dove parte anche il “sentiero dei minatori”, in tedesco indicato come “Stollenwanderweg”, un trekking facile e alla portata di tutti, dalla durata di circa un’ora e mezza. Si arriva così alla miniera-museo Terra Mystica, dove si può fare una visita guidata che dura un paio d’ore. La forza dall’hotel Bleibergerhof è certamente la spaziosa e accogliente zona benessere, con la sua grande piscina interna ed esterna di acqua termale pura, sauna, bagno turco, cabina a raggi infrarossi e il laghetto naturale balneabile, oltre alla speciale sauna della terra all’aperto, un percorso emozionale completo.

Highlight della zona wellness sono anche le due spa private, due nidi romantici per rilassarsi. La spa in stile rustico è sensuale e molto calda, ci si rilassa nella sauna sdraiati su poltrone di fieno di montagna, si assaggiano le specialità carinziane regionali con il vino della Carinzia, e altre dolci delizie. La spa privata dal design contemporaneo sorprende per la linea moderna, ha una whirlpool con acqua termale, sauna, bagno turco, letto ad acqua. Completano il “menu” dell’hotel Bleibergerhof una ricca carta dei massaggi (da quelli tradizionali al massaggio alla schiena metodo Seebacher) e di trattamenti (dal Carinzia Hammam a quelli orientali). Tutti a base di oli ricavati dalle erbe del territorio: lavanda, rosmarino, menta, camomilla, iperico, calendula, arnica e rose.

 

Thermenhotel Bleibergerhof – Drei Lärchen 150 – 9530 Bleiberg/Villach – Austria – Tel.: +43 4244 2205 – E-Mail: urlaub@bleibergerhof.at – Sito internet: www.bleibergerhof.at

marina moioli