Danimarca: il paese che non ti aspetti tra Andersen e Legoland

Danimarca

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

La Danimarca è il paese che non ti aspetti, lontano dall’immaginario turistico comune. E’ una meta per turisti un po’ speciali. Un luogo da visitare tutto l’anno: dal risveglio della natura in primavera fino all’inverno dove, tuttavia, si riesce a respirare un’atmosfera calda e romantica. Vi aspettano l’elegante e vivace Odense – la città natale di H. C. Andersen – il villaggio dei Lego a Billund e ovviamente Copenhagen.

L’accogliente capitale della Danimarca è un ottimo esempio di fusione tra l’antico e il moderno. Da una parte gli edifici più all’avanguardia all’insegna del design; dall’altra la maestosa città della Sirenetta e di Tivoli. Questi giardini – inaugurati il 15 agosto 1843 – rappresentano un autentico ‘paese delle meraviglie’, ricco di arte e cultura. In quest’oasi verde all’interno del centro città , sorge uno tra i parchi-divertimento più famosi d’Europa, il quale riesce a mantenere l’ecosistema della natura circostante.Danimarca

La Danimarca è anche il paese dove è permesso tornare bambini.

Infatti, Billund ha in Legoland la sua attrazione principale. Qui, nel 1932 Kirk Christiansen iniziò a produrre giocattoli in legno che chiamò Lego dall’espressione danese ‘led goft’ (traduzione: gioca bene). Nel 1947, la produzione comincia a basarsi sulla plastica ed ecco quindi i mattoncini colorati famosi in tutto il mondo. I Lego a Billund sono ovunque: dai camioncini che capiterà d’incrociare per strada fino ai simpatici personaggi a misura d’uomo. La Lego House – inaugurata nel 2017 – è un’ architettura straordinaria con tante attrazioni a pagamento, ma anche un Lego Store, terrazze di gioco e 3 ristoranti. che garantisce ai visitatori – appassionati e non – un’esperienza coinvolgente. Una tappa imperdibile, se si considera che nel 2018 i Lego compiranno ben 60 anni.

Continua il nostro ritorno all’infanzia nella magica terra danese. Ad un’ora e mezzo da Copenhagen, si raggiunge Odense, la città di H. C. Andersen.

Se si segue l’itinerario sulle tracce dello scrittore, si scopriranno i luoghi dove egli è nato e cresciuto, in un’atmosfera da favola che ancora oggi affascina grandi e piccini. Si visita il museo temporaneo di Andersen – che ospita una raccolta dei suoi disegni e ritagli di carta. Si arriva poi alla ‘casetta gialla’ dove lo scrittore ha vissuto fino ai 14 anni. Essa riflette fedelmente le condizioni di miseria in cui imperversava la cittadina nel 1800. Poi c’è il Møntergården, un museo che offre diverse mostre che raccontano la storia della Fionia, la regione da cui Andersen ha tratto ispirazione per la stesura delle sue favole.

Danimarca- Moentergaarden

Museo -Moentergaarden

Ma Odense non si collega solo ad Andersen: è una cittadina in perenne fermento che ha tanto da offrire anche per una romanticafuga’ a due. Dal quartiere culturale Brandts ai negozietti per lo shopping fino ai locali che vivacizzano la scena gourmet in un’epoca in cui aree street food si vanno via via diffondendo. www.visitdenmark.it

Ci sono, quindi, tutti i presupposti per una vacanza indimenticabile nel Paese più felice d’Europa.

 

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.