Il Piacere di D’Annunzio aleggia al Grand Hotel Gardone

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Il “Piacere” di D’Annunzio aleggia al Grand Hotel Gardone

Anche nel 2018 il Grand Hotel Gardone mantiene il suo legame con il Poeta Vate, con la scelta di una fragranza tipicamente dannunziana. Infatti, lo storico albergo di Gardone Riviera – mito del turismo del Garda vista la sua prossimità con il Vittoriale – e l’azienda Mavive, hanno lanciato dal mese di aprile 2018 una delle quattro  essenze dei profumi di D’Annunzio denominata Il Piacere-Odorarius Mirabilis, una linea ispirata al Vate.

Inoltre, la casa-museo di Gardone Riviera ricostruirà un percorso per scoprire l’universo olfattivo dannunziano nella mostraD’Annunzio e l’arte del profumo. Odorarius Mirabilis‘.

Il Piacereuna tra le quattro fragranze – viene considerato come un autentico inno alla voluttà e farà parte della linea di prodotti di eccellente qualità che gli ospiti del maestoso albergo troveranno in camera nel corso del loro soggiorno.

Il profumo è tutto e tutto è nel profumo

gabriele-d-annunzio-junior-suite

gabriele-d-annunzio-junior-suite-

Si potrà fare un salto nel passato, ricordando il 2 febbraio 1921, giorno in cui D’Annunzio arriva sulle rive del Garda, decidendo di alloggiare con il suo personale di servizio e la pianista Luisa Baccara presso il Grand Hotel. La struttura alberghiera, del resto, risente ancora dell’influsso dannunziano. La Junior Suite D’Annunzio è stata progettata sul modello della Prioria del Vittoriale. Ci si trova, quindi, nella location ideale per far riaffiorare in superficie la personalità poliedrica di un personaggio unico, la cui presenza continua ad aggirarsi nell’immaginario e nel vissuto gardesano.

Anche con i suoi profumi.

Al  Grand Hotel Gardone ospiti della storia

Il Grand Hotel di Gardone Riviera è stato il primo albergo costruito sul Garda. Un microcosmo armonico diventato alla fine dell’Ottocento una delle mete di villeggiatura simbolo della Belle Epoque. Magnificamente conservato grazie all’attenta gestione della famiglia Mizzaro, proprietaria della struttura fin dal 1954, il Grand Hotel è una vera e propria istituzione le cui vicende si intrecciano profondamente con la storia locale. Ci si immerge in un’atmosfera sospesa, muovendosi negli ambienti frequentati da grandi personalità, oltre a Gabriele D’Annunzio, che qui hanno soggiornato, a partire da Winston Churchill, ricordato nel nome del bar dell’albergo (il Winnie’s Bar), come il premio Nobel per la letteratura Paul Heyse (che nel Gran Hotel ambientò una delle sue Novelle Gardesane), come Re Giorgio di Sassonia (nel 1903). Lo scrittore Vladimir Nabokov, l’autore del celeberrimo Lolita, dormì nelle stanze di Gardone nel lontano 1965; due anni dopo, fu la volta dell’astronauta Valentina Tereskova, la prima donna al mondo a venire inviata nello spazio.

 

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.