La cantina di Elena Walch in Alto Adige: una storia lunga 150 anni

Di / 11 agosto 2018 Gusto Nessun commento
Elena Walch-cantina-Alto-Adige

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

L’Alto Adige è la regione vinicola più a nord d’Italia, nella parte sud dell’arco alpino: circondata dalla bellezza delle Dolomiti, patrimonio Unesco, rappresenta un crocevia culturale e culinario in cui i vini rispecchiano le svariate sfaccettature, rendendola così una tra le più premiate regioni vinicole in Italia.

È qui che si trova l’azienda vinicola Elena Walch.

Fiore all’occhiello della produzione vinicola italiana e rinomata a livello internazionale, Elena Walch, l’impresa a conduzione famigliare di grande rilievo dell’Alto Adige, ha iniziato la sua storia ben 150 anni fa, nel lungimirante segno della eco-sostenibilità, realizzando la sua prima cantina dal sottosuolo in pietra naturale; successivamente modernizzata si è trasformata in una delle cantine private più belle e ricche di tradizione del territorio.Elena Walch-cantina-Alto-Adige

Architetto di professione, Elena Walch ha sposato l’erede di una delle più antiche famiglie vinicole della regione, portando con sé nuovi concetti di modernizzazione dell’azienda tradizionale, affidando oggi la conduzione aziendale nelle mani delle figlie Julia e Karoline Walch, la quinta generazione della famiglia.

I vini Elena Walch, sono prodotti ad arte dalle migliori uve, seguendo un approccio sostenibile, nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente, mentre la notevole estensione dei vigneti di proprietà della famiglia contribuisce a rendere la cantina una tra le più produttive di tutta la regione e di rilevante qualità, ottenendo una forte considerazione sia a livello nazionale, sia internazionale.

La filosofia aziendale, strettamente connessa al territorio, è legata al principio che i vini devono essere espressione unica del terreno, del clima e del lavoro svolto in vigna e che il vigneto deve essere lavorato secondo i principi della sostenibilità e come tale, lasciato in eredità alle prossime generazioni.

55 ettari in coltivazione, tra cui spiccano i due vigneti Castel Ringberg a Caldaro e Kastelaz a Tramin.

Castel Ringberg e Kastelaz sono le due coltivazioni che si fregiano della preziosa menzione aggiuntiva ‘vigna’, un elemento di grande importanza nella cultura vinicola italiana: un’ulteriore menzione geografica aggiuntiva riferita a una denominazione di origine, poiché ogni vigna, dotata di un nome storico oppure un toponimo, deve essere rigorosamente delimitata, autorizzata e registrata in un apposito registro presso l’amministrazione provinciale e garantisce che da anni le uve di questo vigneto vengono rigorosamente vinificate separatamente. Si tratta quindi di una forte garanzia di provenienza.

Elena Walch-cantina-Alto-Adige

Vigna “Castel Ringberg”

Vigna “Castel Ringberg” si trova nei pressi del castello rinascimentale, eretto dalla dinastia imperiale asburgica nel 1620: un imponente edificio che si staglia fiero sui vigneti circostanti, accarezzati dalla brezza lacustre. 20 ettari di estensione che costituiscono la tenuta principale di Elena Walch, ma anche il più grande vigneto dell’Alto Adige il cui suolo calcareo, argilloso e in parte sabbioso, contribuisce alla creazione di varietà uniche e dal terroir inconfondibile. Inoltre, il clima mite conferito dalla vicinanza del lago e l’altitudine ideale di circa 330 metri s.l.m., sono elementi essenziali per la qualità delle uve, che sono poi accuratamente selezionate per la successiva lavorazione nella cantina a Tramin.

Vigna “Kastelaz”

Vigna “Kastelaz” sovrasta il paese di Tramin e gode di una posizione assolutamente privilegiata: un’esposizione totalmente a sud lo distingue da altri vigneti della regione, principalmente orientati verso est o ovest. Le meravigliose vigne terrazzate, di medie dimensioni e distribuite su stretti filari, sono posizionate a circa 360 metri s.l.m. e impiantate prevalentemente a Gewürztraminer, Merlot e Pinot Bianco e danno vita a vini raffinati grazie alla loro bassa resa.

I vini Elena Walch si distinguono per carattere, eleganza e spiccata personalità, uniti ad altissima professionalità di produzione: bianchi freschi e fruttati, così come rossi concentrati e morbidi. Cinque le collezioni: Selezione, dalle proprietà e dai vigneti in affitto; The Favorites, frutto delle vigne di proprietà; Single Vineyard Castel Ringberg; Single Vineyard Kastelaz e Grande Cuvée.Elena Walch-cantina-Alto-Adige

Lo scopo ultimo di Elena Walch è quello di diventare un’azienda “buona”, che contribuisce cioè a preservare l’ambiente in cui opera in funzione delle generazioni a venire, ma senza compromettere in alcun modo la qualità dei vini.

Per scoprire ‘dal vivo’ l’incantevole mondo di Elena Walch, da maggio a settembre è possibile partecipare a visite guidate sia nell’Azienda vinicola a Termeno sia ai vigneti di Castel Ringberg a Caldaro; in alternativa, degustazioni dei vini accompagnate da sfiziosità tipiche dell’Alto Adige, al Bistrot Kastelaz “Le verre capricieux” a Tramin o all’ Ostaria al Castello a Castel Ringberg a Caldaro. www.elenawalch.com

Elena Walch-cantina-Alto-Adige

Bistrot- Elena Walch

viviana spada

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.