L’imperatrice Sissi e la sua Vienna imperiale

Sissi

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Resa immortale dalla bellezza eterea di Romy Schneider, Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach – meglio conosciuta sotto il nome di Sissi – è l’imperatrice più conosciuta al mondo. La sua storia ha inizio quasi come una favola.

L’ancora sedicenne duchessa di Baviera incontra a Ischl – in occasione della festa di compleanno del futuro imperatore d’Austria – il cugino Francesco Giuseppe in persona. E’ amore a prima vista. Nel 1854, le loro nozze vengono celebrate a Vienna nell’Augustinerkirche, l’antica chiesa imperiale – oggi nota per i suoi concerti di musica classica. Da quel momento in poi la giovane principessa si trasferisce nella capitale austriaca. Almeno in veste ufficiale… Tralasciando, infatti, la sua complessa e poliedrica personalità, le sue vicissitudini personali, che l’hanno resa al tempo misteriosa e affascinante, triste e ribelle – a Vienna sono tanti i luoghi che conducono sulle tracce della giovane imperatrice. Oltre alla già citata Chiesa degli Agostiniani, nella Kohlstrasse si trova Demel che ha la fama di essere stata la caffetteria di corte degli Asburgo.

Si racconta che esistesse perfino un passaggio segreto che la collegava direttamente alla Hofburg, per consentire alla principessa di abbandonarsi – senza essere vista- alle sue ‘scorribande’ dolci. Sebbene magra al limite dell’anoressia, a quanto pare Sissi non sapeva resistere alla tentazione delle ‘violette candite’.

Il castello della Hofburg è stato per secoli la residenza imperiale e il centro del potere degli Asburgo dove sono stati raccolti tesori dal valore inestimabile.

Sissi- Vienna- imperiale

Dal 2004, negli Stephansappartements è allestito il Sisi Museum, il quale espone gli oggetti personali appartenuti alla principessa. Da quelli più comuni – ombrelli, ventagli, guanti, abiti, ricette di bellezza, così come il suo bicchiere da latte con cofanetto da viaggio – fino alla recente ‘ricostruzione’ dell’abito che Elisabetta indossava quando fu incoronata regina d’Ungheria e anche un manichino raffigurante la giovane Sisi sull’altalena.Sissi- Vienna- imperiale-museo

Ma, il castello – da cui Sissi sembra dover uscire da un momento all’altro da una delle sue stanze – è lo Schloss Schönbrunn.

Questa residenza fiabesca – dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità – è l’attrazione più visitata in tutta Vienna. La ‘Versailles degli Asburgo’ sorge nell’elegante distretto di Hietzing, un tempo zona boscosa al di fuori dei confini urbani. La reggia estiva degli imperatori d’Asburgo è una delle più belle costruzioni barocche d’Europa. Nato come castello di caccia – quando ancora la tenuta si chiamava Katterburg – nell’inverno del 1742/1743 ebbero inizio i primi lavori di rifacimento che culminarono in un progetto d’ampio respiro di trasformazione per renderlo un edificio di rappresentanza. Deve il suo nome a una ‘bella fonte’ – schönen Brunnen– scoperta nelle vicinanze da Mattia II. Così, nel 1745 diventa la residenza estiva di corte. Considerato il più grande palazzo di tutta l’Austria, oltre alla dimora carica di mobili d’epoca e di affreschi particolari, vanta pure la presenza di un giardino al quale si può accedere senza biglietto, ripercorrendo con la fantasia le lunghe giornate all’aperto di Sissi e della famiglia imperiale.Sissi- Vienna- imperiale- Schloss Schönbrunn.

Veniamo accolti nell’Ehrenhof – il cortile d’onore – al cui centro spiccano due fontane con figure allegoriche.

Poi cominciamo la visita percorrendo la Blaue Stiege – scalinata azzurra – ornata da stucchi. Da qui si raggiunge la sala d’attesa del primo piano. Se si sceglie il percorso di visita completo – il Grand Tour – oltre alle sale di rappresentanza e agli appartamenti privati di Francesco Giuseppe ed Elisabetta , si potranno visitare anche le sale settecentesche dell’imperatrice Maria Teresa. Tra le tante curiosità, una bella vasca da bagno che usava la stessa Sissi. Il trionfo dello stile Rococò è la Grosse Galerie– grandioso salone delle feste.Sissi- Schloss Schönbrunn.

Il viaggio sulle tracce dell’imperatrice d’Austria ha termine nella ‘Cripta degli imperatori’. Assassinata nel 1898 a Ginevra per mano di un anarchico italiano – Sissi adesso riposa accanto al marito e al figlio – il principe ereditario Rodolfo.

Tra Sissi e Franz Joseph, com’è viva la Vienna che fu’.

 

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.