Magie di Natale ai Mercatini della Presolana

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Anche sulle Alpi Orobie il Natale si festeggia con i mercatini della tradizione. Nati 16 anni fa sulla scia di quelli dell’Alto Adige, lo scorso anno sono stati visitati da ben 90mila persone e quest’anno puntano a superare quota 100. Regalano la stessa calda atmosfera e tante emozioni a chi sale alla Presolana, una delle località più amate e apprezzate della montagna lombarda, alle spalle del Lago d’Iseo, a un soffio da Bergamo e non lontana da Milano.Presolana

Il massiccio montuoso della Presolana,  che non supera i 2.500 metri di altitudine,  nasconde un nome leggendario. Secondo alcuni deriverebbe infatti dall’espressione latina “Presa-Alana” con riferimento ad una battaglia che vide la sconfitta del popolo degli Alani ad opera dei Romani (o in un’altra versione per mano di Carlo Magno) proprio in quella zona. Sempre secondo la leggenda si dice che, nelle notti di tempesta, gli spiriti degli Alani vaghino ancora tra le rocce. Altre antiche storie vedono coinvolti folletti, spiriti e splendide fanciulle, ma la versione più credibile resta quella più recente, secondo la quale il nome Presolana deriverebbe dal dialetto “praizzöla” (in italiano “praticciolo”) per via dei piccoli prati presenti sulle pendici.

Storia e leggende a parte, anche quest’anno ad avvolgere le 40 casette tipiche in legno dei Mercatini di Natale sarà un mondo magico, carico di emozioni e suggestioni per tutte le età. Sono allestite in una sorta di borgo diffuso, sparso tra le frazioni di Bratto, Dorga e Rusio, dove respirare non solo le atmosfere delle Feste ma anche quelle di un mondo antico che qui sopravvive in scorci inattesi.

L’apertura ufficiale è in calendario per sabato 18 novembre alle 10 con la partenza del Trenino della Presolana, animazione e musica. Momento clou della giornata alle 15 l’accensione dell’Albero con Babbo Natale, i suoi Elfi e la Mascotte dei mercatini, mentre alle 20,30 al Cinema teatro Gli Abeti è in programma una divertente “Corrida – Brattesi allo sbaraglio”. Poi, per cinque fine settimana – il 18-19 e 25-26 novembre, il 2-3, il 7-10 (ponte dell’Immacolata) e il 16-17 dicembre – ci si potrà regalare un tuffo nella magia e nel passato.Presolana

Il programma è ricco di appuntamenti, laboratori, degustazioni, concerti, cori gospel e di montagna, rievocazioni e dimostrazioni di antichi mestieri, si tornerà a svelare, in un contesto unico, non solo la storia fiabesca del Natale ma anche quella spesso dura ma anche dolcissima di questa valle (la Seriana) laboriosa e fiera.

A grande richiesta, confermate la Capanna della Natività dove, in attesa dell’arrivo del Bambino, abili artigiani saranno al lavoro per scolpire il legno e la pietra, lavorare la paglia, martellare il rame, filare la lana e riproporre altri mestieri di quando i nonni erano bambini; la casa di Babbo Natale e il laboratorio degli elfi; il trenino della Presolana; la mostra fotograficaCastione nel Tempo” e l’esposizione per le strade di presepi, provenienti da collezioni private. Tante le iniziative in programma: visite guidate ai borghi, racconti di vita contadina, corsi e laboratori a tema, concerti, cori, la sfilata di auto d’epoca e sfide insolite e divertenti, come l’ormai tradizionale corsa dei Babbi Natale.Presolana

www.presolana.it – www.mercatinidinatalepresolana.it

 

marina moioli