Monastero SS. Annunciata in Franciacorta: sede della nuova Fondazione Moretti

Fondazione Vittorio-Mariella-Moretti

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Il Monastero della SS. Annunciata di Rovato, che sorge sul Monte Orfano nella Franciacorta da oltre mezzo millennio, è sede della nuova Fondazione MorettiConvento SS Annunciata- Fondazione Vittorio-Mariella Moretti

Sulle colline che sovrastano il paese di Rovato, alle pendici del Monte Orfano, è ben visibile il complesso conventuale della SS. Annunciata, identificabile anche grazie alle lunga struttura a logge che lo caratterizza. Il convento si raggiunge grazie ad una ripida strada acciottolata che conduce davanti alla chiesa. Il convento sorge nel 1449, grazie ad una concessione del comune di Rovato ai frati Servi di Maria. Nel 1452 si insedia la prima comunità monastica che, tra il 1464 e il 1498, porta a compimento i lavori di costruzione del chiostro e della chiesa che viene consacrata nel 1507.

Tra il 1535 e il 1540 Girolamo Romanino affresca le lunette absidali con la scena dell’Annunciazione, completando le decorazioni pittoriche già realizzate alla fine del Quattrocento. Nel 1630, anno della peste manzoniana, il monastero viene utilizzato come lazzaretto e per questo vengono in seguito imbiancate le pareti e coperti gli affreschi, ritrovati durante i restauri novecenteschi. Risalgono al 1642 gli ampi loggiati nel lato meridionale del complesso, che da allora costituiscono l’elemento architettonico di maggiore identificazione del sito. Nel 1870 il convento viene venduto ad una società per azioni e poi affittato a diverse famiglie che vi abitano fino al 1960, quando i frati lo acquistano e lo restaurano riportandolo all’originaria destinazione d’uso. Il convento è stato negli ultimi 50 anni un luogo dove la spiritualità dei Servi di Maria si è espressa nell’accoglienza, nell’ascolto, nell’approfondimento di temi spirituali e relazionali, nella solidarietà, nell’ascolto della Parola, nella preghiera.

Convento SS Annunciata- Fondazione Vittorio-Mariella Moretti

La famiglia Moretti, imprenditori nei settori delle costruzioni, del vino e dell’accoglienza, si prenderà cura per i prossimi dieci anni anche del complesso conventuale con la “Fondazione Vittorio e Mariella Moretti” con sede all’interno del Convento.

Vittorio-Mariella Moretti

Vittorio-Mariella Moretti

È un atto di amore e di gratitudine verso la nostra terra, la Franciacorta» spiega Vittorio Moretti, presidente di Holding Terra Moretti, presentando il suo ultimo progetto. «Già da trent’anni ci prendiamo cura delle vigne storiche che si snodano lungo i pendii di questo luogo simbolo. Ora, con l’Ordine dei Servi di Maria, abbiamo raggiunto un accordo che ci permetterà di prenderci cura per i prossimi dieci anni l’intero convento, dando così ad esso nuova vita e nuovo futuro» ha spiegato la famiglia Moretti.”

La Fondazione si propone di promuovere i valori che custodisce questa porzione di terra bresciana celebre in tutto il mondo per la qualità del «bollicine».

«La Fondazione e il desiderio diventato realtà di prenderci cura per i prossimi dieci anni del convento è l’espressione matura dell’amore che unisce la mia famiglia a questo luogo e alla Franciacorta. Promuovendo i valori che ne costituiscono l’identità» ha rimarcato Vittorio Moretti.

Padre Lino Pacchin, padre provinciale per Lombardia e Veneto dell’Ordine dei Servi di Maria, ha sottolineato: «La prospettiva che si apre, con la gestione da parte della Fondazione, è quella di valorizzare le caratteristiche spirituali e artistiche del convento, con lo sguardo al futuro».Fondazione Vittorio-Mariella-Moretti

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.