Mu Fish: metti una sera a cena tra cucina fusion e tocco orientale

Di / 8 gennaio 2018 Gusto Nessun commento
Mu Fish

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Mu Fish: metti una sera a cena tra cucina fusion e tocco orientale

I ristoranti giapponesi fanno ormai parte della nostra selezione culinaria, non sono solo uno sfizio da togliersi una tantum. Si passa da ristornati “all you can eat”, a quelli che uniscono la cultura gastronomica orientale ad altre realtà culinarie. Ed è da questa fusione che nasce Mu Fish.

Provate a unire le ricette tipiche del Giappone e dell’Oriente, gli ingredienti e le contaminazioni occidentali e un locale dallo stile architettonico e artistico ricercato e accogliente: le combinazioni vincenti che hanno fatto di questo nuovo ristorante un luogo in cui mangiare diventa un’esperienza unica nel suo genere.

Il ristorante ha aperto nel 2016 a Nova Milanese, a una ventina di minuti dal centro di Milano (considerata la capitale della cucina giapponese in Italia) nel tipico contesto industriale brianzolo. Osservando la struttura esterna si percepisce subito la modernità dello stile architettonico, in forte antitesi con l’ambiente interno: grandi vetrate che fanno da cornice alle sale dove il gioco di musica, luci soffuse e colori degli arredi creano un’atmosfera rilassante.

Due menù degustazioni: Young da 40 euro e Classic da 60 euro, che permettono di testare tutti i must di MU Fish.

Mu Fish è sempre in evoluzione, propone tecniche orientali utilizzando prodotti occidentali, prestando una particolare cura alla qualità e origine delle materie prime. Ad esempio le capesante canadesi con crema besciamella (di origine italo-francese) e pasta kataifi (ingrediente tipico della cucina greca e medio orientale); oppure il carpaccio di razza piemontese unito agli “shiso” e “yuzu” (rispettivamente pianta e agrume giapponesi). Inoltre avrete a disposizione ben due menù degustazioni: Young da 40 euro e Classic da 60 euro, che permettono di testare tutti i must di MU Fish.

Si è parlato del cibo, ma non affatto trascurato è il reparto bevande: nella prima sala salta a colpo d’occhio il grande bancone, dove si possono sorseggiare i “MU drink”, da bere come aperitivo o durante il pasto oppure farsi guidare nelle scelte delle etichette esposte nella cantina a vista.

In poche parole non una semplice cena ma un’esperienza gustativa.

La squadraMu Fish- Chef-Jiang_

Il proprietario è Liwei Zhou, classe 1987, cinese di Qingtian nel Sudest della Cina. Oltre a gestire il Mu Fish, egli segue anche un ristorante all you can eat nell’hinterland milanese e progetta di aprire un locale dove i protagonisti della scena culinaria saranno i “dim sum”: tipo di cucina cinese che comprende una vasta gamma di piatti leggeri da servire insieme al tè cinese. Gli artefici culinari del Mu Fish sono Jiang (otto anni capo chef da Finger’s , il ristorante di Roberto Okabe) e Kim maestro di dim sum, pluripremiato a Hong Kong. Si tratta di un team affiatato, preparato e capace di accompagnare l’ospite durante la sua permanenza con garbate attenzioni.

MU Fish | Via Galileo Galilei 5, Nova Milanese (Monza Brianza) – aperto tutti i giorni (12-15 e 19.30-00) tranne lunedì | www.mufish.it

Foto credits-Mauro-Montana

Marta Bocca