Piacere ed energia sessuale secondo il tao

energia

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

La sessualità femminile per la medicina tradizionale cinese

energia Il benessere fa parte dello stile di vita e della filosofia orientali e si ottiene con la cura di sè e l’attenzione agli altri, vivendo in armonia con tutti gli elementi del mondo di cui facciamo parte. Ciò vale anche per le relazioni di coppia e i rapporti intimi. Per la medicina tradizionale cinese, infatti, la buona salute si mantiene attraverso una corretta alimentazione, l’equilibrio tra attività e riposo, e con un’attività  sessuale soddisfacente che regala piacere, energia e benessere fisico, emozionale e mentale.

I taoisti definivano metaforicamente il rapporto sessuale Yun-su, o ‘nuvole e pioggia‘.

Secondo loro, le nuvole rappresentavano l’essenza femminile, le sue secrezioni vaginali, mentre la pioggia stava a indicare l’eiaculazione. L’uso di immagini naturali per descrivere la pratica sessuale indica che la consideravano una parte naturale ed essenziale della vita” scrive Xiaolan Zhao con Kanae Kinoshita in L’Energia vitale della donna (Oscar Guide Mondadori). “I cinesi non esprimevano giudizi morali al riguardo. Al contrario, consideravano il sesso come l’interazione naturale fra Yin e Yang. Dal momento che nel passato i medici cercavano di ottenere la salute e la longevità attraverso l’equilibrio fra Yin e Yang, le relazioni sessuali venivano esplorate come mezzo per migliorare il proprio stato di salute“.

In Occidente, dopo lunghi periodi di repressione che connotavano il sesso – al di fuori della procreazione nel matrimonio – con il senso del peccato e della colpa, da un paio di generazioni la soddisfazione sessuale maschile e femminile è considerata  ugualmente importante, come è importante il rispetto e l’attenzione reciproci per evitare i ‘blocchi’ che impediscono  un normale flusso del desiderio sino al raggiungimento del piacere. E, nella donna, rischiano di alzare una barriera di ‘controllo emozionale‘ che impedisce l’orgasmo.energia

Per promuovere l’energia sessuale, il taoismo insegna molte pratiche: esercizi di respirazione, visualizzazioni, massaggi, meditazioni e altre tecniche. Tra questi metodi vi è l’Orbita Microcosmica. “Durante questo esercizio di respirazione e visualizzazione, l’energia sessuale sale verso il Vaso Governatore, o canale Yang, che parte dal perineo, fra la vagina e l’ano, e sale lungo la spina dorsale, passa intorno alla testa, poi scende verso il palato. Toccando la lingua in direzione del palato, dietro i denti anteriori, chiude il circuito, collegandosi al Vaso Concezione, o canale Yin” scrive la dottoressa Zaho.

Per prendere coscienza dell’ dobbiamo prenderci alcuni minuti, sederci e concentrarci su ciò che c’è dentro di noi…Rilassate tutto il corpo e respirate. Appoggiate le mani sull’addome, con i pollici vicino all’ombelico e gli indici uniti, in modo da creare una sorta di triangolo sopra le ovaie, dove si trova l’energia sessuale femminile. Premete la lingua contro il palato, dietro l’arcata dentale anteriore. Inspirate attraverso il naso…poi l’energia sale lungo la spina dorsale, fino alla nuca, quindi scende di nuovo verso il viso, raggiunge il palato, attarversa la lingua, la gola, la parte anteriore del torso, passa attraverso l’osso pubico, torna al perineo…questo esercizio vi aiuterà a intensificare il piacere sessuale e faciliterà la circolazione dell’energia nelle varie parti dell’organismo, favorendo l’equilibrio e la guarigione, e rallentando il processo d’invecchiamento“. energia

Se desiderate avere chiarimenti su problemi di natura sessuale (maschile o femminile) potete scrivere alla dottoressa Bettelli Lelio a: cbchiachia7@gmail.com

 

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico.
E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.