Sigarette addio..per sempre!

sigarette

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Sigarette addio…proviamo a smettere! Parliamone sempre, e ancora in occasione del 31 maggio. Infatti in questa data si celebra la Giornata Mondiale senza Tabacco con le nuove iniziative promosse dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – LILT di Milano. Per aiutare chi non vuole più fumare e non ce la fa da solosigarette

Ma perché smettere?sigarette

Il fumo fa male a tutti ma proviamo a radiografare la situazione femminile. Le donne stanno ammalandosi delle stesse malattie degli uomini forse a causa dello stress, del lavoro ma anche delle sigarette che fumano una dietro l’altra con atteggiamento ‘maschile’. Perché non provare che siamo davvero forti e possiamo scalare la vetta della buona volontà? Il mondo femminile è il più attento a seguire alimentazione e medicina naturali, pratica sport ma poi se accende una sigaretta tutto va in ‘fumo’ e si compromettono tutte le abitudini salutari. Nelle donne le morti per tumore al polmone sono aumentate negli ultimi anni e il fumo provoca altri rischi oncologici, anche a carico del seno e dell’utero. Tra l’altro incrina il meccanismo di protezione contro l’infarto e le malattie cardiovascolari a cui avevano sempre provveduto gli ormoni femminili. Per quanto riguarda il cavo orale il danno maggiore del fumo concerne la diminuizione delle protezioni immunitarie che normalmente si hanno all’interno della bocca perché rende meno attivi i batteri deputati contro al carie e la paradontosi. Inoltre il fumo di sigaretta annerisce il tartaro e macchia lo smalto e il calore della combustione rallenta la guarigione delle ferite negli interventi dentari.

La fumatrice fa più fatica del fumatore a smettere. La causa un rapporto più complicato che la lega al tabacco” si legge in una pubblicazione della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. “Le donne hanno iniziato a fumare per inseguire un modello sociale più libero, ma più tardi la sigaretta è diventata un alleato a cui ricorrere per tenere a bada ansia e stress collegati al doppio-triplo ruolo che le donne devono spesso ricoprire: madre, moglie, lavoratrice”.

E la bellezza?

Il fumo fa molti danni anche in questo campo. Nelle fumatrici i capelli diventano opachi, imbiancano e cadono più precocemente, e le rughe sono più numerose e marcate. Sì perché fumare danneggia anche la pelle. Il fumo fa socchiudere gli occhi e stringere le labbra accentuando le rughe perioculari e quelle verticali intorno alla bocca. Gli effetti negativi delle sigarette si fanno sentire sia sulla superficie della pelle che diventa più secca e irritabile, sia in profondità. La pelle, ossigenata a fatica, diventa meno luminosa ed elastica e perde il colorito roseo. Insomma, smettere di fumare è il migliore trattamento beauty.

Per cercare, oltre a smettere, a non cominciare proprio a fumare LILT ha pensato il Progetto Agenti 00Sigarette (www.civicamente.it/LILT-area-web/). Il 30 maggio, l’Auditorium San Fedele ha ospitato la festa “Agenti 00Sigarette – Missione LILT”, organizzata per le classi 4^ delle scuole primarie di Milano e Provincia, nell’ambito della ventennale campagna di prevenzione al tabagismo nelle scuole. E anche quest’anno si celebra la sesta edizione di “Un lenzuolo contro il fumo” che testimonia quanto preziosa e importante sia divenuta negli ultimi anni la presenza di LILT Milano nelle scuole secondarie. Per tutto il mese di maggio la squadra dei volontari LILT sta affiancando nei cortili delle scuole i ragazzi di alcuni Istituti Superiori con la comunicazione di protesta per una “Scuola libera dal fumo”, la distribuzione di depliant e gadget in cambio della loro sigaretta.

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico. E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.