Trentino: tutta la buona acqua di Val di Sole

Val di Sole

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

‘La Val di Sole, gemma verde del Trentino, incastonata dalle montagne del Gruppo Ortles-Cevedale, dell’Adamello-Presanella e dalle Dolomiti del Brenta (patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco), è un tripudio di buona acqua. Terra a forte vocazione ‘bike’, questa valle ha infatti in serbo grandi emozioni e sorprese anche per chi è amante dell’acqua. In tutte le sue declinazioni.

La Val di Sole non deve, contrariamente a quanto ci si aspetterebbe, il suo nome al fatto di essere aperta e baciata dal sole in tutte le stagioni. Esso pare, infatti, risalire all’antica divinità celtica delle acque ‘Sulis’, che i romani identificarono poi con Minerva – la stessa che era venerata presso la fonte termale di Bath (nel Somerset, UK), considerata “Grande Madre donatrice di vita”. Ciò sarebbe legato all’esistenza in valle (a Pejo e a Rabbi), di fonti di acque termali terapeutiche – ricche di zolfo e carbonio con effetti diuretici, ematici e linfatici – note fin dai tempi più lontani.Val di Sole

Oltre che nelle fonti termali – che, fra l’altro vantano il primo Centro Kneipp all’aperto del Trentino – l’acqua in Val di Sole presenta un elemento particolarmente dominante. Gli stessi pendii e declivi che accolgono migliaia di biker gorgogliano di torrenti e cascate (fra le più interessanti, la Cascata del Ragaiolo, le Cascate di Valorz e, in particolar modo, le Cascate di Saent, nel Parco Nazionale dello Stelvio, ricche di spumeggianti salti d’acqua creati dal torrente Rabbies) mentre l’intera fisionomia della valle è stata disegnata dallo scorrere del Noce, inserito dal National Geographic tra i primi 10 fiumi al mondo – l’unico in Europa – per la pratica degli sport fluviali. In tutto sono 28 i km navigabili in rafting e canoa, con tratti impetuosi e altri più calmi, adatti a un pubblico vario, bambini compresi.Val di Sole

Il fiume principale della Val di Sole nell’estate 2018 sarà teatro di appuntamenti agonistici, come i Campionati italiani Senior, a Mezzana, e le gare delle categorie Junior e Ragazzi.

Inoltre, la Val di Sole conta circa 100 laghi (un terzo della regione): alcuni solitari, altri riuniti a grappolo. La maggior concentrazione di questi laghi alpini si ha nel Gruppo dell’Ortles Cevedale, tra le valli di Peio e di Rabbi, all’interno di scenari affascinanti e unici dove, fra l’altro, è possibile praticare la pesca alla Mosca No Kill.

Val di Sole

Acque per la salute, dunque, e la contemplazione ma anche acque per il divertimento: la Val di Sole è, infatti, anche il terreno d’elezione degli sport più recenti e di tendenza, come l’hydrospeed, un vortice di emozioni che regala la sensazione di diventare tutt’uno con le acque del fiume, percorrendole con una speciale tavoletta e le pinne ai piedi. C’è chi segue la corrente, lasciandosi trasportare, e chi individua un proprio percorso, praticando il canyoning: in un ambiente come questo, ricco di forre, canyon, pareti verticali e anse scavate dal lavoro millenario dell’acqua, questo sport, praticato con tecnica alpinistica e imbragature, è particolarmente emozionante.

www.valdisole.net

Alessandra Corrias

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.