Ville Aperte in Brianza: in gita tra la cultura

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Ville Aperte in Brianza: in gita tra la cultura.

Dal 15 al 30 settembre 2018 ritorna la sedicesima edizione di ‘Ville Aperte in Brianza’, un’interessante iniziativa che propone visite guidate alla riscoperta del patrimonio culturale della Brianza. Una manifestazione con un ricco programma di eventi. Sarà l’occasione ideale per conoscere le meraviglie del territorio, spesso poco conosciute.

Brianza- Ville Aperte

Villa Reale Monza

Nella regione delle ‘Brianze’ – così chiamata perché comprende i territori di Monza, Como e Lecco, uniti a quelli del Nord di Milano e di Varese – apriranno le loro porte tante ville gentilizie o ‘ville di delizia’ , che avevano raggiunto il loro massimo splendore nel Seicento e nel Settecento. Oltre 150 siti pubblici e privati, tra cui ville, palazzi, parchi e giardini. Quanta emozione nell’ammirare magnifiche architetture commissionate dalle famiglie nobiliari dell’epoca o residenze monumentali dagli ampi giardini all’inglese o all’italiana!

Brianza- Ville Aperte

Balconcino dei Musici- Villa Litta-

Un esempio di uno tra questi ‘scrigni’ di tesori è Villa Litta Visconti Borromeo a Lainate. Il visitatore rimarrà affascinato per la bellezza e varietà di mosaici, statue, affreschi e giochi d’acqua. Il complesso è stato ideato intorno al 1585 dal Conte Pirro I Visconti Borromeo, ispirandosi alle ville toscane al tempo dei Medici. La residenza è stata teatro di eleganti feste e ricevimenti, così come luogo d’incontro per artisti e intellettuali. La parte più suggestiva rimane però il Palazzo delle Acque o Ninfeo: ricco in decorazioni e un vero miracolo dell’idraulica. Il nostro tour ha inizio dal piano-terra, con i suoi soffitti affrescati. Poi, si prosegue per il piano nobile, al Salone della Musica con splendide balconate in ferro battuto. E ancora la delizia del Parco Storico con le fontane di Galatea e Nettuno. Brianza- Ville Aperte- villa-litta-lainate

La villa ha vantato nei secoli ospiti di eccezione, quali Bach, Stendhal, Ugo Foscolo e Carlo Porta, solo per citarne alcuni.

Un altro fiore all’occhiello della cultura lombarda è rappresentato dai sotterranei e dalle fortezze medievali di Vimercate. Si potranno vedere le torri difensive di San Rocco alla Collegiata di Santo Stefano con la sua cripta. Inoltre, scendendo nelle antiche cantine della trattoria Basilio, si troveranno i resti dell’antico castello di Vimercate.

www.villeaperte.info

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.