Annecy: la piccola Venezia delle Alpi

Annecy

Annecy, “ la piccola Venezia delle Alpi”, così è chiamata questa splendida località dell’Alta Savoia, per via dei corsi d’acqua e canali che attraversano la città. Una posizione ideale fra il lago e la montagna, e uno scenario naturale intatto, inducono al relax e ai piaceri balneari. Le Lac de Annecy, definito “ il lago blu” , per la qualità delle sue acque, e con una temperatura media di 25°C, è uno dei più puri del mondo: riceve, infatti, solo acque piovane, di sorgente e quelle dei torrenti montani. Cosa fare ad Annecy? Sicuramente passeggiare senza una meta, per perdersi nel labirinto dei vicoli medievali fiancheggiati da gerani della Vielle Ville.VIC

La città vecchia, infatti è un dedalo di strette viuzze e passaggi porticati, che ha conservato il suo fascino seicentesco. Sull’isola centrale sorge l’imponente Palais de l’Isle, che un tempo fungeva da prigione e che oggi ospita un museo di storia locale. Il centro storico è dominato dal Castello, con all’interno un museo che illustra opere d’arte e artigianato savoiarde.

Tre volte alla settimana, un delizioso mercato dei produttori locali, espone tutto il meglio delle ricchezze gastronomiche del territorio: formaggi, cioccolato, vini. E si, perché Annecy vanta una gastronomia d’eccellenza: nella sola città si trovano ben 5 ristoranti stellati Michelin. Inoltre, da molti anni si è stabilito ad Annecy un gran nome della pasticceria: Philippe Rigollot, campione del mondo 2005. Il suo locale, pasticceria, cioccolateria e sala da tè, è un canto di sirene per gli occhi e per il palato. Al centro della città si trova la Fromagerie Gay, dichiarata la migliore di Francia nel 2011, bottega con vista diretta sulle cantine di affinamento grazie a una pavimentazione vetrata.
Ed infine, nel panorama gastronomico, non possono certo mancare i vini. Il Domaine des Orchis, produce vini valorizzando vitigni d’eccellenza: l’Altesse ( bianco) e la Mondeuse ( rosso) e anche lumache, nutrite solo con erba e cereali.

Annecy

Per una giornata di relax , e per godere appieno dello charme del lago, è consigliata una crociera in battello, con sosta d’obbligo a Talloires, affascinante villaggio, dove, nell’estate del 1896 andò a riposarsi il grande pittore Paul Cézanne.

Servizio fotografico di Vittorio Puggioni

Ente Turismo Francese in Italia – www.rendezvousenfrance.com

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.
error: Content is protected !!

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.