Cicogne fameliche di baklava libanese

Di / 17 Marzo 2015 Gusto Nessun commento

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Anche oltremanica il rito della passeggiatina domenicale è scolpito a caratteri miliari nella pietra…solo che qui al solito avviene in un luogo pieno di campagna, di bei negozi snob, di café ricercati e stracolmi di praline dai nomi rigorosamente francesi: questo idillio è Richmond-Upon-Thames. All’estremo west londinese, capolinea della District Line della metropolitana, per intenderci a circa mezz’oretta da Westminster, sorge l’enclave della Londra country-chic.
Richmond_Riverside,_London_-_Sept_2008
Ora, ai più mondani si sarà già acceso un campanello d’allarme (di solito colpa delle letture chez la coiffeuse): è qui che sorge il nido d’amore milionario di Clooney e consorte. Ma Richmond è ben di più. Te ne accorgi nel momento in cui qui nessun ristorante di massa è riuscito ad approdarvi, ma tutti i locali hanno nomi pretenziosi e rigorosamente francesi: Café de.., Confiserie, Comptoir.
dsc_08701

Non provate a spiegare che i cioccolatini che spacciano per praline francesi in realtà sono di produzione più che nostrana…non capirebbero. Consigliato, anzi consigliatissimo, posto che la comunità libanese qui è fiorente, lasciarsi trasportare dall’atmosfera accogliente dei tanti café tradizionali. Gustarsi una baklava mentre si sorseggia un bel the aromatico è sicuramente un rito di benvenuto a Richmond. Rinfrancati nello spirito potete passeggiare verso la Richmond Hill e vi mescolerete tra gli Inglesi doc che contemplano il paesaggio domenicale.
img_4253

Man mano che risalirete la china, sarete tentati di poggiare il vostro sguardo solo in basso, verso il Tamigi, le sue anse e le verdi colline inglesi, giusto giustissimo perché è straordinario, ma non dimenticate di dare un’occhiata anche alle stupende case vittoriane e non solo che costeggiano la strada sulla costa. Gli inglesi sono educati e non lo fanno, ma tutti gli altri hanno la licenza di “spiare” l’interno delle dimore: e come si potrebbe fare altrimenti? Arredamenti stile Laura Ashley impreziositi da arpe e pianoforti a profusione e poi niente tendaggi…quindi la licenza di “spiare”, ma solo per sognare un po’, è garantita. Alla sommità della Richmond Hill dovrete guardare in basso e vi sembrerà che da un momento all’altro dal verde di Richmond Park che dolcemente accompagna le anse del Tamigi, possa far capolino la tipica scena di fox hunt inglese.

15070318
Consigliatissimo avvicinarsi al fiume, cicogne permettendo. Sono parecchio abituate alla presenza umana e per nulla intimorite: se avete ancora un pezzetto di baklava libanese, apprezzeranno moltissimo. La passeggiata lungo Tamigi è un must: ogni londinese che si rispetti dedica almeno un giorno a settimana alla sua camminata lungo fiume, possibilmente munito di stivali e giubbottino English Style d’ordinanza, noncurante delle maree che sono ben visibili e frequenti e non risparmiano certo il lungo fiume e persino gli ingressi dei pub che ivi sorgono.
Quindi, se siete riusciti a sopravvivere alle cicogne fameliche, alle pretenziose Confiserie simil francesi, alle maree subdole del Tamigi, bene, allora questo tour vi ha fatto entrare di diritto nel club della “digestione domenicale londinese”! Have fun!
Per informazioni: www.visitrichmond.co.uk

Testo e foto Di Ginevra Schneider

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.