Salemme, con garbo e riflessione, conduce lo spettatore nel viaggio dantesco lungo i sentieri della quotidianità perché sa dipingere con pennellate decise e solari la tela intonsa dell’equivoco.

Con lui attori di prim’ordine lo accompagnano in gag irresistibili.