Costa Azzurra: il fascino discreto dei giardini effimeri

Costa Azzurra_festival_Giardini_effimeri

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

“Sogni di Mediterraneo” -2a edizione del Festival dei Giardini della Costa Azzurra

I Giardini di Marzo si vestono di nuovi colori….

…così cantava Lucio Battisti in una delle sue più belle e indimenticabili liriche.

Del resto i giardini, con le loro affascinanti architetture, sono sempre stati,  ieri come oggi, una costante fonte di ispirazione per poeti, scrittori e pittori.

Le Alpi marittime dispongono di una miriade di giardini d’eccezione. Questo patrimonio si è costituito nel corso della storia in particolare del XIX secolo quando la Costa Azzurra è diventata un luogo di villeggiatura di grandi e nobili famiglie europee. I loro palazzi e ville furono decorati con specie vegetali rare arrivate da tutte le parti del mondo.

“Sogni di Mediterraneo”, questo è il tema emblematico ed onirico della 2° edizione Festival dei Giardini della Costa Azzurra 2019 che si svolge dal 30 marzo al 28 aprile.

Un sogno profumato, lungo i sentieri della Costa Azzurra, sulle rive del Mediterraneo, dove il sole gioca con le sue acque 300 giorni all’anno, all’ombra dei pini e degli ulivi.

Un sogno in cui il giardino, farà scoprire la natura splendida, l’eccezionale storia e il patrimonio della Costa Azzurra, attraverso visite inedite in luoghi prestigiosi.

5 città- 23 giardini – 15 giardini in concorso

Le creazioni dei 23 giardini effimeri rispecchiano la ricchezza e la varietà di queste terre del Mediterraneo.

Ogni giardino propone un’architettura, una vegetazione, un equilibrio fra le varie piante, uno scrigno per opere d’arte e uno spazio di libertà per la creatività.

Costa_ Azzurra_festival_Giardini_effimeri

Marina Picasso e Jean Mus

15 sono le creazioni paesaggistiche nell’ambito del concorso e 8 giardini effimeri fuori concorso. Le creazioni, di paesaggisti nazionali e internazionali, sono state selezionate da un comitato tecnico presieduto da Jean Mus, portavoce del Festival.

Madrina d’eccezione del Festival dei Giardini è Marina Picasso,

nipote del pittore Pablo Picasso,

appassionata di natura e di giardini.

Ecco le città che accolgono ciascuna tre creazioni paesaggistiche di 200 m²,  che andranno ad arricchire, per un mese, il patrimonio di parchi e giardini che tinge di verde queste località lungo tutto l’arco dell’anno.

Mentone,Giardino Biovès

Nizza, Giardino Albert 1er sulla Promenade du Paillon

Grasse,Giardino della Villa Fragonard

Cannes, Giardino della Villa Rothschild

Antibes Juan-les-Pins, Pineta Gould ;

In programma ci sono animazioni (laboratori d’arte floreale, tecniche di giardinaggio, degustazioni, animazioni gastronomiche, stand di operatori professionali, borsa delle piante), mostre, porte aperte, visite guidate e molto altro ancora.  festivaldesjardins.departement06.fr/festival-des-jardins-de-la-cote-d-azur – 

Mentone: il paradiso dei botanisti

Un microclima di un’eccezionale dolcezza ha fatto di Mentone il paradiso dei botanisti del XIX secolo, che qui hanno acclimatato le piante esotiche portate dai loro viaggi. Mentone è una delle città più colorate della Riviera e tutti i giardini della città sono pieni di splendidi fiori e piante semi-tropicali.

Costa_ Azzurra_festival_Giardini_effimeri

La località francese è nota per essere un luogo soleggiato, caldo e con una vegetazione rigogliosa, che per l’appunto si identifica con il giallo onnipresente degli alberi di limoni, una sorta di simbolo della città, celebrati ogni anno durante la famosa Fete de Citron, la Festa del Limone, che attira più di 300 mila visitatori ogni anno, le cui origini risalgono al 1934.

Nizza: uno charme intramontabile

La capitale della Costa Azzurra è una delle destinazioni più previlegiate del mondo.

Per la sua posizione geografica tra il mare mediterraneo e le montagne, la dolcezza del suo clima, la diversità dei suoi paesaggi e il suo patrimonio culturale. Città di storia, di arte, di eventi di piacere e di natura, Nizza coltiva uno charme intramontabile.

La sua più famosa attrazione è la Promenade des Anglais, il lunghissimo lungomare che costeggia la spiaggia di fronte alla città.

Una bella passeggiata sulla Promenade è il modo migliore per immergersi nell’atmosfera della Costa Azzurra, ammirando gli eleganti palazzi in stile liberty e godendosi la brezza marina seduti sulle famose sedie blu che accompagnano tutta la lunghezza della spiaggia.

Hotel consigliato: Hotel Windsor – 11, Rue Dalpozzo –www.hotelwindsornice.net
Ospitato in un edificio ottocentesco nel cuore di Nizza, questo hotel offre un giardino tropicale con piscina. Ciascuna camera è stata progettata e arredata in modo personalizzato da un artista.

Cannes: la star del turismo

Con la sua forma di un anfiteatro aperto sul mare, questa località possiede un patrimonio eccezionale e un ambiente unico: il litorale, la baia le isole e la collina.

Un consiglio: tra un giro di shopping e una visita alla città vecchia, ritagliatevi del tempo per una gita all’arcipelago delle Lerins. Dal porto si prende il battello per raggiungere la vicinissima Sainte Marguerite, proprio di fronte alla baia di Cannes e ricoperta da un’ampia vegetazione di pini e di eucalipti.

L’escursione è breve e panoramica e fanno da sfondo le maestose pareti rocciose dell’Esterel, dai colori e le forme frastagliate.

L’isola è conosciuta per le segrete del Fort Royal dove secondo un’antica leggenda, sarebbe stato rinchiuso il misterioso “uomo dalla maschera di ferro”.

Proseguendo la navigazione si giunge a Saint-Honorat, la seconda e più piccola delle isole, intitolata al santo che si ritirò nel IV secolo. Qui si possono visitare l’abbazia e le due Cappelle Trinité e St Sauveur, situate all’estremità opposta dell’isola. Inoltre, sulle affascinanti isolette si trovano alcune piccole calette dove rifugiarsi e godere di un po’ di pace e tranquillità al sole.

Hotel consigliato: Le Majestic10, La Croisette, 06407 Cannes, Francewww.hotelsbarriere.com/fr/cannes/le-majestic.html

Costa_ Azzurra_festival_Giardini_effimeri_Majestic_Barriere
Un luogo altamente simbolico della mitica Croisette; un albergo a cinque stelle, depositario di un allure irresistibile, che coniuga tradizione, lusso e modernità, e che accoglie star e clientela internazionale da diversi decenni. Grazie al suo legame indissolubile con il cinema, questa struttura rivela una storia lunga 80 anni, fatta di incontri, di passioni, di personaggi famosi, affascinante, movimentata e in continua evoluzione.

Grasse: storie di profumi

Il suo borgo medievale è un suggestivo dedalo di stradine tra davanzali fioriti, piccole botteghe artigiane e scorci romantici.  In ogni stagione potrete godere di eccezionali panorami, stupefacenti fioriture. Si deve all’intervento di Caterina de’ Medici, nel XVI secolo, che, promessa sposa al Duca di Orleans, suggerì la produzione di profumi per aromatizzare i guanti delle nobildonne di corte.

La produzione di profumi diede inizio alla coltivazione di piante ricercate oltre a tantissime varietà di fiori, dalle violette ai gelsomini, dalle rose alla lavanda: favorito ovviamente dal clima mite della regione, questo input è la ragione della tradizionale abbondanza di fiori in Provenza, nonché dell’estensiva coltivazione di lavanda che caratterizza e colora le sue colline, a partire proprio da quelle che circondano Grasse, da sempre il cuore della fabbricazione dei profumi.

Jean-Honore Fragonard, è il famoso cittadino di Grasse che ha dato il nome alla più rinomata profumeria. A Fragonard è dedicata una villa-museo, che si affianca ad altre interessanti mete come il Museo di Arte e Storia della Provenza e l’immancabile Museo internazionale della Profumeria, insieme ai suoi Giardini profumati e organizzati in base alla fragranza, che sono senza dubbio un’attrazione unica di Grasse che merita una visita.

Antibes Juan-les-Pins: la città cara a Picasso

In posizione ideale proprio nel cuore della Costa Azzurra, la città della «Gioia di vivere» è diventata una delle destinazioni più ricercate e frequentate della Costa Azzurra.

Antibes Juan-les-Pins, due nomi per un solo comune. Al centro una penisola da sogno, un paradiso naturalistico che cela svariati tesori architettonici come la villa Aujourd’hui, l’hotel du Cap Eden-Roc, oltre alle tante ville antiche che testimoniano il passato glorioso della stazione balneare.

Tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX, la bellezza dei paesaggi e la loro posizione isolata attirano numerosi artisti : scrittori, come Jules Verne, Victor Hugo, Maupassant. Anche i pittori subiscono il fascino di questa cittadina fortificata di provincia. Monet, Dufy, Boudin arrivano qui con il proprio cavalletto e si dedicano alla pittura « en plein air ».

È qui che trovano i colori e le ombre che li ispirano. Neanche Picasso, Picabia, Man Ray, Chagall, Nicolas de Staël e Hans Hartung resisteranno al fascino discreto di Antibes, segreta, incontaminata; città fortificata fondata dai greci più di 2500 anni fa.

La stessa pineta che accoglie il festival Internazionale del Jazz è la sede dei giardini effimeri.

Hotel consigliato: Hôtel AC Ambassadeur50-52 chemin des Sables – 06160 Juan-les-Pins – www.achoteljuanlespins.fr
Hotel a 4 stelle, dall’architettura contemporanea, sorge nel cuore di Juan-les-Pins, in una zona tranquilla e alberata, non lontano dalla famosa Pinède Gould nota per il festival del Jazz, e a 2 km dal centro di Antibes. L’hotel vanta una piscina coperta e una all’aperto, e offre una sauna e un centro fitness.

Arrivare a bordo del treno Thello

Lanciato nel 2011, Thello è il primo operatore ferroviario alternativo per il trasporto passeggeri in Francia.

I treni, particolarmente spaziosi, propongono due livelli di confort, 1a e 2a classe. Le vetture dispongono di sedili reclinabili e ampi spazi per collocare i bagagli.

Una vettura di seconda classe è attrezzata espressamente per accogliere passeggeri a mobilità ridotta, in particolare con 2 posti attrezzati per passeggeri in carrozzella e toilette per disabili.

L’opzione Seat Map, permette di scegliere gratuitamente il proprio posto al momento dell’acquisto del biglietto.

Thello propone solo due categorie di prezzi che rispondono alle due principali esigenze dei viaggiatori, il risparmio con la tariffa Smart e la flessibilità con la tariffa Flexi.

Per offerte, tariffe e prenotazioni : www.thello.com/it/

www.france.fr – 

www.cotedazurfrance.fr    https://festivaldesjardins.departement06.fr

 

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.