Eagles – Uno, nessuno, centomila Hotel California

hotel-california-baja-mexico

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Eagles – Uno, nessuno, centomila Hotel California

Basta digitare Hotel California su un qualunque motore di ricerca per trovarsi di fronte ad un lunghissimo elenco di strutture alberghiere sparse in tutto il mondo che portano questo nome evocativo.

Ma quale sarà il vero Hotel California? Quello che ha dato il titolo alla famosissima canzone degli Eagles scritta ormai oltre 40 anni fa?

La copertina del singolo, opera dell’art director inglese Kosh e del fotografo David Alexander, non ci aiuta perché l’edificio che vi è ritratto è in realtà il Beverly Hills Hotel di Los Angeles. Addirittura all’epoca la direzione dell’hotel voleva fare causa agli Eagles per aver usato quell’immagine. La cosa finì in un nulla di fatto visto che, grazie allo straordinario successo del brano, nel giro di pochi mesi, l’hotel vide triplicare le proprie prenotazioni.Hotel California-Hotel-beverly-hills-california

Affinando la ricerca si giunge in Baja California, Messico, a Todos Santos, una deliziosa cittadina turistica di 4.000 abitanti che si affaccia sull’Oceano Pacifico ed ha alle spalle le montagne della Sierra Laguna che la separano dal deserto.

Hotel California - Todos Santos

Rileggendo il testo della canzone ritroviamo qui tutti i punti salienti: siamo effettivamente in un luogo molto bello e suggestivo, si sente il suono delle campane della missione spagnola costruita nei primi del ‘700 e dedicata a Nuestra Senora del Pilar e c’è davvero l’Hotel California. Inoltre, ai tempi del brano degli Eagles ci doveva sempre essere disponibilità di camere perché in zona non passava ancora l’autostrada che è stata costruita solamente verso la metà degli anni ’80.Hotel California

Anche questa però si rivela essere una falsa pista, corredata dall’ennesimo strascico legale. Qualche anno fa gli Eagles hanno diffidato l’hotel dall’indurre il numero sempre crescente di turisti a credere che si trattasse del “vero” Hotel California.

Ma allora non c’è nessun Hotel California?

E’ davvero soltanto una leggenda?

Invece no, l’Hotel California esiste e gli Eagles ne hanno parlato in molte interviste. Semplicemente non si tratta di un luogo fisico ma di un luogo dell’anima, di un viaggio della mente. E’ il racconto metaforico della decadenza della scena musicale della West Coast. Durante la seconda metà degli anni ’70 l’utopia hippie era stata travolta dal lusso, dagli eccessi, dalle droghe e, più in generale, il sogno americano aveva mostrato tutta la sua fragilità, il suo lato oscuro di prigione dorata dalla quale non era possibile fuggire.

In Hotel California gli Eagles hanno saputo cogliere quel momento di smarrimento e quasi di disperazione ma, come solamente i capolavori sono in grado di fare, lo hanno trasformato in qualcosa di universale, che trascende il tempo, che ci parla e ci emoziona ancora oggi, che ci fa viaggiare fino all’Hotel California semplicemente chiudendo gli occhi e ascoltando una canzone che rimane una delle pietre miliari della storia del rock.

Giuseppina Bianchi

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.