Island Hopping in Svezia, su e giù per isolotti incantati

Svezia

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

 La Svezia – con la quiete dell’arcipelago di Göteborg – è la destinazione ideale che coniuga mare, natura, cultura e ovviamente buon cibo. In particolare la costa occidentale e la regione del Bohuslan – nella parte centro meridionale della Svezia con le sue 8000 isole – è uno tra i 10 posti più belli al mondo. Da Goteborg fino al parco marino delle isole Koster – in prossimità del confine norvegese – vi sono ben 280 km di bellezze naturali.

Il modo migliore per visitare alcuni di questi isolotti incantati che sembrano venir fuori da antiche saghe nordiche è l’island hopping. Per mezzo di battelli e traghetti, ma anche con collegamenti autobus, è possibile organizzare vere e proprie escursioni andando di isola in isola. Ci si può dedicare alle attività più disparate: pagaiare, scoprire sentieri suggestivi, visitare le locali comunità di pescatori per vivere l’emozione di nuove esperienze culturali e gustare crostacei prelibati.

Gli isolotti possono essere visitati noleggiando una bicicletta e semplicemente…..andandone alla scoperta.

Vediamo quali sono gli itinerari proposti. Il primo è una gita di 2 giorni verso le affascinanti isole di Donso e Vrango. Si parte dal centro di Goteborg in barca per arrivare a Donso. Dalla banchina si raggiungono non solo botteghe e locali, ma anche sentieri naturali, spiagge, calette e il prestigioso ristorante Isbolaget. E’ il porto, però, il cuore e il vero centro dell’attività dell’isola. A soli 10 minuti – sempre in battello – giungiamo a Vrango, l’isola più a sud con splendide riserve naturali.

Il giorno dopo giungiamo a Styrso, composta da 4 villaggi. Non si può non passeggiare sulle rocce a picco sul mare che donano vedute uniche. Un’idea originale è quella di trascorrere la notte in una delle tipiche rimesse delle barche lungo il porto e comprare crostacei freschi da degustare a cena.

Oppure, possiamo passare tre giorni nel sud di Bohuslan tra arte , natura e un’ottima gastronomia. Da Goteborg raggiungiamo in barca l’isola pedonale di Marstrand, la perla della Svezia. Da qui andiamo a Kladesholmen, dove ci si presentano tre opzioni. O prenotare un pacchetto ciclistico all’hotel galleggiante Salt e Sill; o arrivare all’emozionante parco di sculture Pilane; oppure scegliere di rimanere in barca e arrivare a Mollosund, località famosa per la pesca sull’isola di Orust tra vicoli stretti, casette pittoresche e rimesse di barche.

Il giorno successivo proseguiamo per l’isola pedonale di Karingon– sull’arcipelago esterno – dove si trova un labirinto di casette in legno immerse in una natura aspra, selvaggia e incontaminata. Nel porto – il centro pulsante della vivacità dell’isola- gli amanti del pesce potranno consumare un delizioso pasto a base di crostacei freschi al ristorante Peters Krog.

L’Island Hopping termina sulla terraferma a Lysekil.

Qui non possiamo mancare la visita alla riserva naturale di Stangehuvud, con le sue rocce di granito rosa. Infine, un’ultima gita in barca di 3 ore per raccogliere cozze e ostriche da cucinare insieme ai pescatori. Ritorniamo a Goteborg in autobus. Si conclude qui il nostro diario di bordo nordico, con il blu della linea dell’orizzonte del cielo e del mare davanti agli occhi.

 https://www.vastsverige.com/en/seafood-safaris/- www.westsweden.com    www.goteborg.com

 

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.