Islanda: il blu, il bianco, il rosso, il verde

Islanda

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Islanda: il bianco, il rosso e il verde. Quando si parla della ‘terra dei ghiacci’ non si può fare a meno di vagare con la mente nelle antiche saghe nordiche che hanno come protagonisti trolls, elfi e folletti – spiriti protettori di boschi e sentieri. Stiamo parlando dell’Islanda- la più grande isola dell’Europa settentrionale, situata tra Groenlandia e Gran Bretagna. Una terra affascinante, che può essere descritta con diversi colori: il blu del cielo e del mare, il bianco dei ghiacciai perenni e della neve, il verde dei muschi e dei licheni delle rocce e , in ultimo il rosso del fuoco dei vulcani. Apprestiamoci ad un viaggio emozionante tra altopiani desertici, campi lavici, cascate imponenti e vulcani dormienti o attivi. Islanda
Un percorso essenziale per conoscere una terra, dove la natura è sempre in primo piano. Reykjavik è la sua capitale e al contempo anche la città più popolosa, ma non si possono dimenticare i piccoli centri suggestivi come Kopavagur e Akureyri – la ‘capitale’ del nord, che si erge sulla cima di un ampio e lungo fiordo, famosa per il suo orto botanico e le sue casette colorate. Prima di tutto, visitiamo l’entroterra percorrendo la costa sud . Ammireremo le caratteristiche spiagge di sabbia nera di Vik – un villaggio suggestivo con colonne marine di lava e faraglioni sull’oceano. Procediamo ancora lungo la costa est, tra i fiordi, in una zona meravigliosa, scolpita dai ghiacciai durante la fine dell’era glaciale.

                                                                                                                                               

LIslanda è anche il paese dei vulcani: ricordiamo l’Hekla e il vulcano ‘verde’ Storasula. Per godere di uno spettacolo unico si deve andare alla laguna glaciale di Jokulsarlòn, un luogo imperdibile, dove imponenti iceberg di forme diverse e dai riflessi di un azzurro intenso galleggiano su questo lago di ghiaccio. Per le particolari caratteristiche morfologiche e per la sua bellezza mozzafiato, la laguna è stata stata scelta come location di famosi film hollywoodiani- quali Tomb Rider e James Bond– La morte può attendere, dove il protagonista è impegnato in un rocambolesco inseguimento sul ghiaccio. Non dimentichiamo le maestose cascate Skogafoss: con i loro tumultuosi ‘salti d’acqua’ – nonostante il loro impeto- riescono a mantenere la loro innata armonia ed equilibrio. A pochi passi da questo sito affascinante, si trova il Museo del Folclore, fondamentale per comprendere la cultura tradizionale islandese.Islanda Husavik_

La particolarità del museo consiste nella sua duplice struttura: da una parte la fattoria, la chiesetta, la scuola e le case con i tetti di torba costituiscono la sezione ‘all’aperto’, mentre all’interno sono ospitati antichi mezzi di trasporto. Paese che vai…piatti tipici da degustare, perlopiù a base di agnello e pesce. La specialità locale rimane però lo ‘squalo marcio’ che per via del suo sapore fermentato non si adatta facilmente a tutti i palati. Ci siamo persi filosoficamente nella natura, nella magia dei paesaggi artici; abbiamo ammirato le sue sfumature cromatiche, respirato i suoi odori. Questa è l’Islanda, un’isola ricca e splendente, una terra isolata- ma viva e segreta- che nasconde un susseguirsi continuo di vedute e sensazioni, impossibili da dimenticare.Islanda The Blue Lagoon in Iceland (Large)

Un itinerario trekking nel sud dell’Islanda – 8 giorni/7 notti, a partire da 1.595 euro per persona, in guest house/ostello, in pensione completa, con guida, voli e trasferimenti, è proposto da Evolution Travel.  http://islanda.evolutiontravel.it – www.evolutiontravel.it

Maria Grazia Lucchese

error: Content is protected !!

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.