Le Collane Notturne di Maria Novella Brenelli

Le Collane Notturne di Maria Novella Brenelli

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Le Collane Notturne di Maria Novella Brenelli. Monili unici dal fascino prezioso fatti a mano da un’artista milanese.

Dal 3 al 6 ottobre al Chiostroinfiera del Museo Diocesano, a Milano

Non chiamateli bijoux.

Le Collane Notturne dell’artista milanese Maria Novella Brenelli sono veri e propri gioielli, nati da una grande passione e con una storia molto particolare.

«Si fanno collane per il piacere di maneggiare materiali preziosi e catturarne l’anima di luce, o per adornare il nostro corpo, oppure per conferire forma al nostro desiderio», spiega l’artista sul suo profilo Facebook.

Tuttavia, uno dei motivi ispiratori più nascosti delle mie collane viene dal romanzo Cristallo di rocca di Adalbert Stifter, dall’evocazione della pura trasparenza e dalla lucentezza glaciale dei cristalli di rocca.

«Frammenti di una natura minerale e incontaminata che entrano a far parte del nostro quotidiano donandoci la magia della loro primitiva purezza e ci ricordano il segreto di un itinerario nella memoria dell’infanzia».

Un lavoro minuzioso e paziente

Per spiegare come nascono le sue creazioni Maria Novella Brenelli ricorre a una fiaba che tutti conosciamo:

«Come i sassolini di Pollicino, il percorso dei due bimbi sperduti del romanzo o le pietruzze colorate messe in fila nella corona del rosario, così, in queste collane, pietre, cristalli, resine, perle, quarzi, si dispongono in sequenze discontinue e asimmetriche, in cui l’accostamento di materiali diversi, di differente lucentezza e dimensione, li valorizza reciprocamente.

Lo stesso comporle implica il paziente e minuzioso lavoro di infilare un frammento accanto all’altro, un grano dopo l’altro, tempo che richiede tempo, guidati da un felice estro momentaneo o dal fascino di certe pietre che richiedono un seguito particolare, come una regina il suo corteo di damigelle o un’invocazione a cui segue una preghiera.

Fino a che il sentiero ritrova l’inizio, il cerchio si conclude e l’ultima pietruzza si salda alla prima, in un’opera compiuta, di cu non resta che ammirare l’originalità e la bellezza».

Pezzi unici che nascono di notte

Le Collane Notturne nascono spesso di notte, quando l’artista riesce a ritagliarsi un po’ di tempo per dedicarsi a questa passione. Sono creazioni uniche, realizzate con cristalli di rocca e swarovski, intervallati da pietre dure semipreziose, incatenati a mano con filo di rame in sequenze discontinue.

La semplicità delle linee è valorizzata dalla ricerca di effetti luccicanti e cromatici che prendono vita una volta indossate e abbinate ai colori degli abiti.

L’effetto è generato dal contrasto delle trasparenze dei quarzi con le loro striature, i tagli imperfetti e le sorprendenti rifrazioni accanto al cromatismo acceso dei cristalli, alle sfumature preziose delle resine, al ritmo delle catene di spessore ineguale.Le Collane Notturne di Maria Novella Brenelli

I ciondoli, orecchini, spille sono pezzi unici in resina, irripetibili, realizzati con stampi e rifiniture a mano, con inserzioni pittoriche realizzate dall’artista e poeta Claudio Zanini (che è suo marito).

La forma convessa che valorizza texture e colori, funge da lente d’ingrandimento, creando un magnifico effetto.

Come nei ciondoli della serie dedicata a Emily Dickinson.

Le Collane Notturne in mostra al Museo Diocesano

Maria Novella Brenelli sarà presente con la sua nuova collezione al prossimo appuntamento di Chiostro in fiera al Museo Diocesano di Corso di Porta Ticinese 9, in programma dal 3 al 6 ottobre (www.chiostroinfiera.it).

Protagoniste di questo tradizionale appuntamento milanese sono le donne artigiane e ariste, maestre del “saper fare” con le mani.

INFO
Maria Novella Brenelli
Tel. 339.8170703
novellabrenelli@gmail.com
facebook.com/collanenotturne

marina moioli

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.