Lo stravagante viaggio di Alice attraverso lo specchio

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Alice attraverso lo specchio. In occasione del 150 anniversario della pubblicazione del romanzo fantastico ‘Alice in Wonderland’ di Lewis Carroll, nel lontano 1865, il cinema ha nuovamente celebrato questa magica avventura sul grande schermo con  Alice attraverso lo Specchio. Diretto da James Bobin e prodotto da Tim Burton, è distribuito da The Walt Disney Company Italia, mentre la colonna sonora da Universal Music. Il film regala un vero viaggio nel tempo, raccontato con eccezionale arte estetica e narrativa: affascinante e immaginifico, il tempo assume anche un significato pedagogico, trasporta in altre dimensioni, diventa metafora della trasformazione, percorso nella fantasia e nelle infinite possibilità dello spazio interiore.ALICE THROUGH THE LOOKING GLASS

Nel libro la giovanissima eroina bionda, annoiata dalle rigide convenzioni della società vittoriana, dalla ‘sbiadita realtà senza fantasia degli adulti’, apre un varco nella sua mente. Il suo desiderio è quello di entrare a far parte di un mondo senza senso.Se io avessi un mondo come piace a me, là tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com’è, perché tutto sarebbe come non è, e viceversa! Ciò che è, non sarebbe e ciò che non è, sarebbe! Così, prende il suo gattino Oreste e si mette a seguire il Bianconiglio – metafora di un evento inaspettato che conduce alla realtà superiore immaginata – facendola immergere in un mondo fantastico, dove sarà protagonista di avventure basate sul totale nonsense. Indimenticabili gli incontri con Pinco Panco e Panco Pinco, i fiori parlanti, il  Cappellaio Matto, il Leprotto Bisestile, il Brucaliffo, lo Stregatto e la perfida regina di Cuori. Tutto questo accadeva nel 1951.ALICE THROUGH THE LOOKING GLASS

Nel 2010 Alice ritorna a farci sognare con le magiche immagini di un film. Ben lontani dal clima innocente e spensierato degli anno 50, la favola assume un’atmosfera gotica, a tratti anche inquietante e con un attuale significato femminista. Al posto di una timida bambina di 9 anni, ritroviamo una ragazza di 19 anni – interpretata dalla bellezza sobria e delicata di Mia Wasikowska – che per sfuggire alla convenzionale proposta di un matrimonio combinato con l’ottuso Hamish Ascot, incontra di nuovo il Bianconiglio, lo segue e si trova proiettata nel ‘Sottomondo’. Anche qui è chiamata a superare difficili prove, a dimostrare a tutti gli amici incontrati nel passato che lei è l’’Alice giusta’. Ormai il mondo reale ha offuscato le sue memorie fantastiche, ma recuperando il suo passato, riesce a superare tutti gli ostacoli. Anche nella cosiddetta vita ‘reale’. Determinata a non sposarsi, diventerà apprendista per la compagnia del padre del consorte rifiutato, alla ricerca di nuove rotte commerciali per la Cina. Tuttavia, già dalla scena finale sappiamo che il suo viaggio nel regno della fantasia non è finito. Alice è a bordo di una nave – la ‘Wonder’ – pronta a partire, quando una farfalla blu le si posa sulla spalla.

Nel 2016 con Alice attraverso lo Specchio incontriamo un’Alice più sentimentale, legata alla nostalgia per la sua casa, con la sua nave che rischia di esserle tolta per vendetta del gretto Hamish Ascot. Probabilmente sarà costretta a rinunciare ad una vita avventurosa per mari lontani e ricevere un salario come umile impiegata. Ma anche in questa versione, la via di fuga è possibile, a portata di mano. La farfalla Brucaliffo le mostra un varco attraverso lo specchio, che lei riesce a superare con l’usuale spontaneità e naturalezza. I suoi propositi adesso sono più ambiziosi: trasgredire il flusso ordinario dello spazio e del tempo, viaggiare tra passato, presente e futuro, salvare la vita al Cappellaio Matto (ancora Johnny Depp, qui più misurato e credibile) e sanare l’antica rivalità tra la Regina Bianca e la Regina Rossa – sorelle divise da un’atavico rancore – che poteva essere evitato. Una  favola moderna che trasmette messaggi positivi e che invita a credere ai propri sogni, al potere dell’immaginazione e alla forza dei ricordi. S’incontreranno ancora Alice e il Cappellaio Matto? Probabilmente sì. ‘Nei corridoi della memoria e nel palazzo dei sogni’.

 

Alice attraverso lo specchio

 

Alice attraverso lo specchio – www.AliceLook.it –

The Walt Disney Company Italia

 

 

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.