L’Osteria le Tre Rane – Ruffino, ispirata a un progetto di Leonardo Da Vinci chef

L'Osteria le Tre Rane - Ruffino, ispirata a un progetto di Leonardo Da Vinci chef

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

L’Osteria le Tre Rane – Ruffino, da un progetto di Leonardo Da Vinci e Sandro Botticelli

Leonardo chef? Un genio, anche in cucina

Leonardo era un genio, non si discute. Le sue sublimi competenze spaziavano dall’architettura all’artiglieria, dall’anatomia alla musica, alla pittura, all’ingegneria meccanica e molto altro ancora. Stupisce, tuttavia, venire a sapere che si sia interessato anche di cucina.

Dagli scritti del Codice Atlantico, si evince che conosceva l’uso di spezie come la curcuma, lo zafferano o i fiori di papavero.

Pare, però, che in gioventù, Leonardo avesse addirittura aperto un’osteria, chiamata “Le tre rane”, insieme all’amico pittore Sandro Botticelli.

In questo locale, situato nella zona del Ponte Vecchio, da Vinci avrebbe sperimentato alcune sue invenzioni, fra cui un precursore del “tritatutto” e uno spiedo automatico per arrosti.

L’esperienza culinaria del Leonardo chef però non era destinata ad avere fortuna: sembra, infatti che, malgrado le migliori intenzioni, i due amici fossero costretti a chiudere dopo poche settimane, perché gli avventori fiorentini non apprezzavano molto l’originalità del menù, (scritto da destra a sinistra da Leonardo e illustrato dal Botticelli) e si lamentavano delle porzioni modeste.

Oggi, l’idea di una cucina toscana semplice ma incisiva, fatta di materie prime regionali di stagione interpretate con sapienza e fantasia, torna a deliziare i palati a Poggio San Casciano (nel comune di Bagno a Ripoli, in provincia di Firenze) in una nuova locanda, che porta il nome di quella di Leonardo chef.

 “Le tre rane – Ruffino” che si trova presso l’agriturismo Tenute Ruffino,

propone otto menù stagionali a rotazione – secondo la tradizione della cucina toscana di terra – e un menù alla carta.

Il vino Ruffino è, come è logico, assoluto protagonista: tutte le afferenze toscane al calice e a bottiglia, con la possibilità di scegliere vecchie annate e grandi formati scendendo direttamente nella suggestiva cantina.

La conduzione gastronomica è affidata alla passione e alla competenza di Stefano Frassineti, nato nel Chianti, cuoco “di vocazione” che con mano esperta e sicura trasforma gli ingredienti migliori, provenienti da piccoli e selezionati fornitori, in totale poesia.

Il progetto (curato dallo Studio Qart di Firenze e, in particolare, dall’architetto Matteo Fioravanti) è quello di far rivivere quelli che da sempre sono i valori di Ruffino: l’autenticità, il piacere della convivialità e una rilettura stuzzicante ma con i piedi ben radicati nel territorio.

Il locale riprende i tratti tipici della casa del fattore: mobili di arte povera e qualche pezzo più ricercato, decori semplici ma di gusto, in un ambiente che non si dà arie troppo signorili, né scivola nel folkloristico.

Il cuore è il “tavolo della compagnia”, pensato per i grandi gruppi ma anche per chi ama condividere la propria esperienza enogastronomica con gli altri.

Il luogo giusto per godersi il bello e il buono della cucina toscana, con il gusto dello stare insieme.

La locanda “Le tre rane-Ruffino” è aperta tutti i giorni a pranzo e a cena, tranne il martedì e la domenica sera. Per prenotare, +39.378.3050220 e letrerane@ruffino.it

Per maggiori informazioni, consultare i menù, conoscere le iniziative e le serate speciali: www.letreraneruffino.it, la pagina Instagram e Facebook @letreraneruffino.

Alessandra Corrias

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.