Luoghi dello spirito: escursione al Lago Goletta

Lago Goletta

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Dalla Val di Rhemes al Lago Goletta. Anche se sono nato sul mare, adoro la montagna. Di più: la montagna è il mio luogo dello spirito. Mi rifugio tra le sue cime, ogni volta che sento il bisogno di stare solo con me stesso. Ci sono poi giornate in cui sembra che la montagna ti inviti a salire da lei; oggi è una giornata di queste. La mia meta è il lago Goletta a quota 2690 metri s.l.m. Ci dirigiamo in Val di Rhemes, splendida vallata nel Parco del Gran Paradiso, in Valle d’Aosta, e raggiungiamo Rhemes Notre-Dame. Superiamo il paese e proseguiamo lungo la strada asfaltata fino ad incontrare l’ultimo posteggio sterrato, dove potremo lasciare l’auto. Ci troviamo in località Thumel a circa 1800 metri di altitudine. Ancora un breve tratto di strada asfaltata, da percorrere a piedi e ci troviamo all’attaccatura del sentiero.

Possiamo decidere se imboccare il sentiero davanti a noi, facile e molto bello dal punto di vista paesaggistico, o prendere la strada poderale sterrata che porta al rifugio. Anche questa è molto facile e comoda da percorrere e a tratti molto panoramica. Entrambi i percorsi ci consentiranno di raggiungere il rifugio Benevolo, posto a quota 2287 metri di altitudine, tappa intermedia della nostra escursione. Già dai primi metri, in lontananza possiamo ammirare la poderosa parete della Granta Parey, simbolo della Val di Rhemes; è là che noi andremo.

Rifugio_Benevolo_Val_di_Rhemes

Giunti al rifugio Benevolo imbocchiamo il sentiero a destra che scende leggermente e attraversiamo i due ponticelli di legno. Seguiremo sempre le indicazioni per il tracciato 13D.Sentiero_Benevolo_Val_di_Rhemes

Sentiero_Lago_Goletta_Val_di_Rhemes_Valle_d'Aosta

Il percorso si snoda su una prateria e ben presto ci prepariamo ad affrontare il ripido costone erboso che ci porterà in quota. Nonostante si proceda su sentiero, la sensazione, spesso, è quella di salire in verticale e infatti in poco tempo si supera già un notevole dislivello. Ad un tratto il sentiero spiana leggermente lungo un traverso, consentendoci di rifiatare un poco, per poi attaccare l’ultimo strappo che ci farà superare il costone.

Il rifugio Benevolo è un puntino nel vallone. Aggiriamo uno sperone di roccia e incominciamo ad intravedere l’ampia morena che porterà al ghiacciaio Goletta. Il tracciato torna sull’altro versante affacciandosi su un piccolo canalone, spesso frequentato da gruppi di stambecchi, per poi ritornare nel versante morenico. Ora il sentiero sale e scende con molta gradualità, ed è veramente piacevole addentrarsi nella morena tra quelle che un tempo erano le propaggini del ghiacciaio.

Granta_Parey_Val_di_Rhemes
Ad un tratto i fianchi della morena si aprono e davanti a noi ecco lo spettacolo della Granta Parey, con il ghiacciaio Goletta e il lago omonimo ai suoi piedi. Siamo nella parte alta della montagna non troppo sotto la vetta (è un tracciato alpinistico, adatto solo agli esperti…). La grande parete è nel versante opposto e precipita sotto di noi. Si può vedere come il ghiacciaio si sia ritirato, infatti non molti anni fa toccava la superficie del lago, ma è sempre uno spettacolo della natura che merita di essere ammirato dal vivo.Lago_Goletta_Val_di_Rhemes
E’ una bella escursione che richiede in tutto poco più di 3 ore di cammino. Anche se il percorso è indicato con la sigla “E” escursionistico, quindi abbastanza facile, non dimentichiamo che sul costone erboso il tracciato sale quasi in verticale ed è spesso esposto. Un po’ di fatica, ma la bellezza del luogo e il fascino del ghiacciaio ripagano i nostri sforzi.

  • Loc. Thumel (1800 m s.l.m.) – Rifugio Benevolo (2287m s.l.m.) ore 1 e 40 minuti
  • Rifugio Benevolo – Lago Goletta (2690 m s.l.m.) ore 1 e 40 minuti circa
  • Totale dell’escursione: ore 3 e 20 minuti
  • Difficoltà: E

Come si arriva:

Autostrada della Valle d’Aosta. Uscita Aosta Saint-Pierre. Immettersi nella strada principale svoltando a sinistra in direzione Courmayeur – Villeneuve. All’altezza di Villeneuve imboccare lo svincolo a destra con cartello stradale blu e prendere direzione Introd – Valsavarenche – Val di Rhemes. Superare Introd. Al bivio imboccare la strada per Val di Rhemes e proseguire fino a Rhemes Notre-Dames. Proseguire ancora, uscendo dal paese, lungo la strada asfaltata fino a raggiungere l’ultimo posteggio sterrato per auto. Lasciare l’auto e proseguire a piedi; l’imbocco del sentiero è alla fine del breve tratto ancora su strada asfaltata.

vittorio puggioni

error: Content is protected !!

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.