Oman: nel regno della regina di Saba

Oman

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

 Oman: nel regno della Regina di Saba

oman-mmap-mdA sud-est della penisola arabica – nella zona che dagli antichi Latini veniva chiamata Arabia Felix – sorge un regno, grande quasi quanto l’Italia – che regala emozioni uniche.

Ecco a voi il Sultanato d’Oman, l’antico paese della regina di Saba, punto d’incontro tra Asia e Africa, in una regione montuosa circondata da sconfinati deserti.

Grazie ai suoi tre climi differenti – temperato, desertico e tropicale – l’unione tra cultura, mare e natura è inevitabile: gli orizzonti si allargano tra fortezze seicentesche e dune dorate, tra villaggi di pescatori e antichi suq, moschee e parchi naturali.Oman

Tutti i luoghi sono sospesi in un’atmosfera magica, quindi prepariamoci a questo tour per rivivere emozioni da ‘Mille e una notte’.

Il nostro viaggio comincia da Muscat – la splendida capitale del regno dove è tangibile il connubio tra modernità e tradizione: lussuose infrastrutture si allineano alle tradizionali case dei pescatori. Passeggiando lungo la corniche, arriviamo al porto di Muttrah.

Altre attrazioni – che non possiamo trascurare nella nostra visita – sono la Moschea Lawati – con la cupola decorata di mosaici e il minareto blu – il Museo etnografico Bait al Zubair e la Royal Opera House – la prima struttura dedicata alla musica classica e lirica nella penisola arabica.

Sultanat d'Oman

Un vero splendore è il Palazzo del Sultano, con i suoi giardini lussureggianti.

Ma, Muscat è anche e soprattutto una città di mare: tra le sue spiagge ricordiamo Qurm – la più vicina alla capitale, ma altrettanto spettacolare è Qantab, con la sua laguna limpida e la sabbia punteggiata da rocce multicolori.

Spostiamoci anche a Nizwa – la perla dell’Islam – nota per il suo forte dalla singolare forma circolare e l’antica città medievale di Tufar, oggi Salalah, con le sue spiagge tropicali.

E ancora la penisola di Musandam – la regione dei fiordi d’Arabia – famosa per le rocce che scendono a picco sul mare creando spettacolari cale e insenature.

In Oman si va anche a tavola con la tradizione: la gastronomia omanita è ricca e varia tra ricette tipiche, influenze esotiche e ristoranti fusion.

Da non perdere è la shuwa, un piatto a base di carne di capra o agnello finemente speziata, avvolta in foglie di banano e cotta alla brace. Poi molte zuppe con verdure e lenticchie dove riso aromatizzato funge da contorno.Oman

Tra i dessert ricordiamo l’halwa , simbolo dell’ospitalità locale: una torta gelatinosa a base di noci e mandorle, profumata con acqua di rose e speziata con cardamomo, zafferano e cumino. Tra le bevande più ricercate c’è il laban – siero di latte salato – e il lemon mint, fresco e dissetante. Un discorso a parte merita il caffè omanita, conosciuto in tutto il mondo.

Un caffè preparato con chicchi tostati e mischiati con polvere di cardamomo, da bere in piccole tazzine prive di manico e senza alcuna aggiunta di latte o zucchero. Altre specialità da degustare nei lussuosi ristoranti del Paese, magari seduti su eleganti tappeti sono appetizers con verdure fresche, cocco e chutney di menta, il pane Khobose Rakhal – sottile come carta – o il Muradhaf con i datteri.

Una vera delizia, è poi il gelato all’incenso.

Infine, nel 2020 verrà completato il progetto di Al Madina A’ Zarqa – Blue City per gli occidentali.

Si tratta di una megalopoli nuova ed ecosostenibile che si estenderà per 15 km lungo la costa di Al Sawadi. Offrirà allberghi, ospedali, scuole, università, centri commerciali e servizi moderni in tutto il Paese.

Insomma, in Oman – terra di gente cordiale e paesaggi suggestivi non manca proprio nulla: mare, montagna, deserto e buona cucina vi aspettano per un viaggio che vi regalerà un’esperienza indimenticabile. www.experienceoman.om

 

 

 

 

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.