Treno Verde 2020, in tredici tappe si parla del Climate Change

Di / 24 Febbraio 2020 Viaggi Nessun commento
Treno Verde 2020

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Treno Verde 2020, un viaggio in 13 tappe per parlare del Climate Change

Torna la campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, alla 32esima edizione.

Quest’anno dedicata a Climate Change per raccontare, da Sud a Nord, gli effetti della crisi climatica e le buone pratiche per fermarla

Non possiamo più fare finta di nulla: l’emergenza climatica è intorno a noi. Anche in zone non colpite in modo violento a nessuno sfugge la siccità alternata a bombe d’acqua. I venti forti e improvvisi, le stagioni che sfumano – in Europa – nel clima tropicale. E i media ci mostrano ogni giorno incendi, alluvioni o terremoti dietro l’angolo.

Eventi climatici di natura estrema, per intensità e frequenza, stanno coinvolgendo anche l’Italia. Ben 157 nel 2019. E clima impazzito a inizio 2020 

Eppure ciascuno di noi può contribuire a contrastarli, con azioni e stili di vita ecosostenibili. Da qui parte la sfida del Treno Verde 2020 www.trenoverde.it Change Climate Change, per cambiare il cambiamento climatico.

Essere consapevoli e sensibili al problema può aiutare a ‘sanare’ in parte i problemi ma soprattutto a non aggravarli. E l’educazione ambientale è fondamentale. Partendo dai giovani, ma per tutte le età.

L’emergenza climatica

Quella ingaggiata contro i cambiamenti climatici, è una lotta che non ammette ulteriori rinvii né battute d’arresto. A dimostrarlo anche i numeri raccolti da Legambiente.

Sei regioni in crisi

Ad oggi sono sei le regioni italiane che hanno dichiarato l’emergenza climatica e ambientale – Friuli Venezia Giulia, Puglia, Toscana, Liguria, Emilia-Romagna e Marche – insieme a 88 Comuni che, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, hanno dichiarato l’emergenza o presentato mozione per dichiararla.

Da Sud a Nord, sino al primo aprile, la storica campagna itinerante promossa da Legambiente e dal Gruppo FS Italiane, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, racconterà il fenomeno e le buone pratiche messe in campo per fermarlo

Un tema che si lega a doppio filo con la piattaforma web lanciata dall’associazione ambientalista, Change Climate Change, è uno spazio per conoscere l’evoluzione e gli effetti dell’emergenza clima, e fornire strumenti per fare la differenza attraverso le piccole azioni quotidiane.

Le prossime fermate raggiungibili del convoglio

Potenza (25 e 26 febbraio), Bari (28 e 29 febbraio), Torre Annunziata, NA (dal 2 al 4 marzo), Roma Ostiense (dal 5 al 7 marzo), Pescara (9 e 10 marzo), Ancona (12 e 13 marzo), Pisa (dal 15 al 17 marzo), Ravenna (dal 19 al 21 marzo), Verona Porta Nuova (23 e 24 marzo), Milano Porta Garibaldi (dal 26 al 28 marzo), Genova Piazza Principe (dal 30 marzo all’1 aprile).

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì, il Treno Verde potrà essere visitato dalle scuole prenotate, a partire dalle 8.30 e fino alle 13, mentre nel pomeriggio i vagoni saranno aperti al pubblico dalle ore 16 alle 18.30. La domenica, carrozze visitabili dalle 10 alle 13. L’ingresso è sempre gratuito.

Il Treno Verde è una campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane

Raccontare i conflitti ambientali

Favorire un approccio interattivo alla problematica è la chiave scelta per rendere partecipi i più giovani che visiteranno il Treno Verde 2020, con due modi per raccontarla: da un lato, la narrazione tramite le vertenze e i conflitti ambientali (i “nemici del clima”), dall’altro le buone pratiche (gli “amici del clima”).

I laboratori

Previsti laboratori, Youth Climate Meeting, cineforum e momenti dedicati e gestiti dai ragazzi. In alcune tappe del Treno Verde 2020, Italferr – società di ingegneria del Gruppo FS Italiane – farà, con l’utilizzo di un laboratorio mobile, misurazioni acustiche e della qualità dell’aria.

Sostanze inquinanti

Saranno misurati parametri meteo quali direzione e velocità del vento, temperatura, umidità, radiazioni solari, pluviometria e pressione atmosferica

Il percorso mostra quattro temi

Nel primo vagone del Treno Verde, l’emergenza climatica è Globale e Interconnessa, con uno spazio dedicato all’analisi delle cause e degli effetti del fenomeno.

A bordo del secondo vagone la soluzione è Locale e Interconnessa, e vede sul tavolo le risposte per fronteggiare l’emergenza sui singoli territori.

Terzo vagone: una #Rievoluzione ci salverà, spazio dedicato alle nuove generazioni scese in piazza per salvare il Pianeta.

Il quarto, infine, parte dalla domanda Cosa possiamo fare noi? Riflettere sull’importanza delle scelte nella vita quotidiana – dai consumi e comportamenti – dell’informazione e dell’impegno diretto.

Il viaggio del Treno in tempo reale

Su vari canali web e social sarà possibile seguire in tempo reale il tragitto del Treno Verde 2020. www.trenoverde.it Il sito ufficiale della campagna sarà aggiornato con le singole tappe, mentre il viaggio a bordo verrà raccontato dai canali social dedicati di Legambiente, su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube, e tramite gli hashtag ufficiali #trenoverde e #changeclimatechange.

Redazione

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.