Una pasta al pesto per sostenere Genova

Di / 12 Novembre 2018 Gusto Nessun commento
pasta al pesto

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Gusta la pasta al pesto e aiuta Genova” è lo slogan lanciato nel capoluogo ligure che, nel corso della settimana della cucina italiana nel mondo, dal 19 al 25 novembre prossimi, con la campagna denominata “Pasta Pesto Day”, avrà il duplice obiettivo di rilanciare l’immagine positiva e accogliente del territorio ligure e di raccogliere fondi a favore del Comune di Genova che saranno destinati all’emergenza del 14 agosto, in seguito alla tragedia del crollo del Ponte Morandi.

La pasta al pesto, icona dell’enogastronomia ligure a livello internazionale, sarà protagonista dell’iniziativa rivolta a tutti i ristoratori in Italia e ristoratori italiani in tutti i Paesi del mondo che potranno aderire iscrivendosi al sito www.pastapestoday.it e, per ogni piatto consumato, saranno devoluti € 2,00 alla città di Genova: € 1,00 da parte del ristoratore ed € 1,00 da parte del cliente.

Per realizzare questo importante evento il Presidente della Regione Liguria ha coinvolto partner istituzionali e privati che hanno velocemente aderito all’iniziativa. Anche le più importanti realtà economiche presenti a Genova come Costa Crociere e Aeroporto di Genova (che sensibilizzerà le compagnie aeree, tra cui Volotea, a servire a bordo la pasta al pesto), hanno aderito al “Pasta Pesto Day”.pasta al pesto

Slow Food e Slow Food International informeranno tutti i loro aderenti, mentre in poche settimane si è creato un grande sostegno in tutto il mondo: il Brasile con una vera e propria squadra di venti ristoranti italiani a San Paolo sarà il primo Paese testimonial del “Pasta Pesto Day” e i nostri ambasciatori saranno gli chef stellati del rinomato ristorante sanremasco “Paolo e Barbara”.

Grande prova di solidarietà da parte di chef e ristoranti stellati

Da sempre nella nostra bella Italia il cibo è legato al territorio, alla cultura alla convivialità e sempre più spesso anche alla solidarietà ed è per questo che in pochi giorni si sono contate oltre 50 adesioni, tra le quali Manuelina che con la sua focaccia al formaggio di Recco ha guadagnato un corner nella scintillante Rinascente di Milano; Zeffirino che per primo ha fatto conoscere il pesto nel mondo; The Cook al Cavo di Ivano Ricchebono chef stellato e volto noto televisivo; Davide Oldani, stella della cucina pop italiana, Magorabin e la Credenza, i due ristoranti stellati di Torino. Da New York ha aderito all’iniziativa Madforitaly.net la prima piattaforma in inglese per promuovere l’Italia.pasta al pesto

Eataly ha accettato una sfida molto ambiziosa: in contemporanea, ovviamente con fusi orari diversi, si terrà un’ideale staffetta nei grandi Store Eataly di San Paolo del Brasile, New York, Los Angeles e Monaco di Baviera, dove saranno impastati a mano gli gnocchi di patate e sarà fatta una dimostrazione di produzione di pesto al mortaio per portare all’attenzione del grande pubblico amante del cibo italiano l’iniziativa e stimolarlo a progettare una vacanza in Liguria.

È entrata nel vivo anche la campagna social con l’hashtag #PastaPestoDay.

Oggi la Liguria chiede una mano al mondo, ma è già pronta con tutta la sua potenzialità a ospitare e fare stare bene tutti in un futuro prossimo: per gustare il pesto e le altre prelibatezze che rendono la cucina ligure ricca e unica; per godere delle sue spiagge e dei suoi borghi di mare dodici mesi all’anno; per visitare Genova e il suo patrimonio di arte e cultura; le Cinque Terre. patrimonio Unesco, la Riviera di Ponente e il fantastico entroterra.

viviana spada

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.