Vetrine di Libertà – La Libreria delle donne di Milano, ieri, oggi

La libreria delle donne

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

“Vetrine di Libertà – La Libreria delle donne di Milano, ieri, oggi” – Artiste alla Fabbrica del Vapore

A Milano è in corso la mostra “Vetrine di Libertà – La Libreria delle donne di Milano, ieri, oggi”, patrocinata, oltre che dalla Libreria, dal Comune di Milano e dalla Fabbrica del Vapore, presso cui ha sede.

La mostra, curata da Francesca Pasini e Chitra Piloni, propone le opere di 40 artiste contemporanee, raccolte nel catalogo edito da Nottetempo.

Francesca Pasini, convinta sostenitrice di una visione “a tutto tondo”, non solo estetica, dell’arte che abbraccia il mondo con le sue molteplici sfaccettature, tiene a sottolineare come l’opera d’arte non sia la produzione creativa di un artista neutro, ma di donne o di uomini, riaffermando in tal modo l’importanza dell’identità di genere.

E questo vale anche per chi vede l’opera d’arte: noi la vediamo, la percepiamo, ci lasciamo coinvolgere da essa come donne o come uomini.

Le opere delle 40 artiste esposte dal 2015 in una delle vetrine della Libreria, nel programma “Quarta Vetrina”, insieme a quelle donate nel 1975 restituiscono la storia del movimento delle donne, che si sviluppa anche in una serie di incontri culturali e politici che completano l’iniziativa.

Inoltre, intrecciandosi con la pratica della Libreria, mostrano come la libertà delle donne è venuta al mondo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

È in atto un cambio di civiltà di cui l’arte è figura reale, simbolica, metaforica.

La mostra è integrata da viene proposta una serie di sei incontri tenuti, a partire dall’8 aprile, da donne di varie esperienze e professionalità: artiste, scienziate, docenti universitarie, filosofe, donne attive in politica e nel sociale, critiche, letterate, che si confronteranno fra loro.

I temi riguarderanno la ricerca e l’esperienza pubblica delle donne, il movimento Me too, l’ecologia, il lavoro, l’arte, i linguaggi delle donne.

In particolare, il 2 maggio, l’attivista e ambientalista indiana Vandana Shiva parlerà di eco femminismo, responsabilità ecologica e giustizia economica. Vandana Shiva, già ospite in Libreria durante Expo, torna appositamente in quest’occasione per ribadire come l’ecofemminismo sia una delle “risposte chiave alla crisi ecologica e al caos climatico”.

È presidente di Navdanya International – Onlus, che promuove un nuovo paradigma agricolo ed economico per una cultura del “cibo come salute”.

La storica Libreria delle donne di Milano, fin dalla sua nascita nel 1975, oltre a proporre importanti iniziative e momenti di confronto sui temi della cultura, della politica e del sociale a partire dal punto di vista delle donne, ha sempre accolto ed esposto opere di artiste che hanno sostenuto il progetto e donato i loro lavori, come Carla Accardi, Valentina Berardinone (le loro opere, prestate da collezionisti che le avevano acquistate allora, sono esposte alla Fabbrica del Vapore) Nilde Carabba, Dadamaino, Lucia Pescador.

A libreria aperta, la critica d’arte Lea Vergine aveva curato la realizzazione di una cartella delle opere grafiche delle artiste sostenitrici dell’iniziativa, che sarà ora possibile vedere in mostra.

La mostra alla Fabbrica del Vapore si colloca nella scia della travolgente presenza artistica in tutto il mondo di donne, che ha fatto nascere un forte desiderio di vedere e conoscere le anticipatrici della fine degli anni ’60, le cui opere, soprattutto negli Usa, hanno preceduto e accompagnato la presa di parola delle donne e il femminismo, sottolineando come nell’opera si debba vedere “un soggetto messo al mondo da donne o uomini e non più da un artista neutro” (Pasini).

Alla Fabbrica del Vapore, un book shop, gemello di quello di via Pietro Calvi 29, offrirà una selezione di titoli di ieri e oggi della Libreria.

Fabbrica del Vapore, via Procaccini, 4, Milano – fino al 6 giugno 2019
Ingresso libero: lunedì 15 – 19/ da martedì a domenica 11 – 19
visite guidate durante tutto il periodo della Mostra.
Per informazioni http://www.libreriadelledonne.it/vetrine-di-liberta-la-libreria-delle-donne-di-milano-ieri-oggi/

 

Programma degli incontri
Orario 18,30-21

15 aprile – Me too, analisi di una svolta epocale

02 maggio – Evento speciale con Vandana Shiva, presidente di Navdanya International – Onlus

18/19 maggio – Cambio di Civiltà. Arte, lavoro, politica delle donne (madri comprese) La civiltà è in mano alle donne – Milano

27 maggio – SIRKLING, video-Performance di Tori Wrånes – Opere d’arte, opere di critica

3 giugno 2019 – Finissage – I linguaggi delle donne

 

Raffaella Airaghi

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.