Cabo Verde: alla scoperta dell’Africa insolita

Cabo verde

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

I recenti fatti di cronaca sul terrorismo, le guerre, i disordini politici interni, le violenze, i rapimenti e non per ultime le epidemie, hanno ristretto non poco gli orizzonti dei viaggiatori. Tuttavia esistono ancora luoghi su questo nostro pianeta dove è possibile avventurarsi e godere in tutto relax e sicurezza, di una vacanza serena, circondati da bellezze naturali, ancora poco violate e da scoprire.

Un esempio ?

Un gruppo di dieci isole maggiori e cinque minori di origine vulcanica disposte a semicerchio nell’Oceano Atlantico al largo delle coste del Senegal: questo è l’arcipelago di Cabo Verde, patrimonio naturale composto da spiagge bianche incontaminate e spicchi di deserto alternati a valli verdissime. Piccole baie nascoste e mercatini variopinti. Il contatto con la popolazione, soprattutto nelle isole minori e fuori dalle rotte turistiche, è uno dei modi migliori per incontrare l’anima del fiero e dignitoso popolo capoverdiano.

Cabo verde

Tutte le isole ( suddivise in Sopravento e Sottovento) si distinguono l’una dall’altra per caratteristiche, ritmi e peculiarità differenti, ma il fil rouge è la musica dell’arcipelago che incorpora influenze africane, portoghesi, caraibiche e brasiliane.

Boa Vista e Sal sono sicuramente le più note. A Boa Vista si respira tutta la magia e il mistero dell’Africa: pura e selvaggia, dagli sconfinati deserti alle spiagge infinite.

Sal è una piccola isola circondata da un mare cristallino e ricca di contrasti cromatici: il blu del cielo, il rosso della terra, l’oro della sabbia e il rosa dei cristalli di sale. Principale porta d’ingresso nell’arcipelago di Cabo Verde, grazie all’aeroporto internazionale e la più frequentata dai turisti stranieri. Sicuramente quella che vanta il più lungo litorale di spiaggia bianca su cui si affacciano i migliori resort e villaggi turistici.

Cabo verde

Lo spettacolo inconsueto di un antico cratere invaso da un’acqua così salata da far galleggiare chiunque è il biglietto da visita di Pedra Do Lume, località nel nord dell’isola. Tappa obbligata di chi soggiorna a Sal, il cratere fungeva un tempo da salina; magici alla vista, i laghetti formati dalle infiltrazioni d’acqua,  regalano grande emozione ai tanti che si fermano per godersi un insolito bagno e qualche massaggio a base di aloe, offerto dalla piccola spa che si trova all’interno.

Tra le numerose proposte di soggiorno a Cabo Verde, un ottimo suggerimento è Il Crioula Clubhotel & Resort.

Completamente ristrutturato di recente, offre un elegante architettura tratteggiata da grandi spazi e lussureggianti giardini. Dispone di un totale di 300 camere divise in camere standard, superior, bungalow, mini-suite e suite fronte mare. L’ampia piscina d’acqua di mare è dotata di idromassaggio e di spettacolare illuminazione serale. La cucina è gestita da uno chef capoverdiano, che da 18 anni lavora con il gruppo, e da uno staff selezionato.
Cabo verde

Piatti internazionali, con inflessioni italiane, e tipici capoverdiani – una sera alla settimana è sempre dedicata alla cucina tradizionale dove il pesce e la cachupa, zuppa di legumi, regnano. Anche il pane è fatto in casa.  Tutte le proposte sono disponibili sul sito www.caboverdetime.it

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.