L’Attesa: atto terzo tra iris e champagne

L'attesa Masque Milano

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

‘L’Attesa del piacere è essa stessa il piacere’ scriveva Gotthold Ephraim Lessing, filosofo e poeta settecentesco. Già gli era nota l’emozione di quel momento in cui nulla è ancora successo e tutto sta per accadere. Si dice che la fase più intensa dell’innamoramento stia proprio lì,  nell’inconsapevolezza di ciò che ci attende, nel desiderio dell’altro, nell’atto di preparare sé stessi e la propria anima all’onda che sta per sommergerci.

Per fissare questo attimo inebriante ed evocarne l’intensità, è nato un nuovo profumo il cui nome è proprio ‘L’Attesa’. La fragranza, scaturita dal talento del giovane naso italiano Luca Maffei, si colloca nel singolare progetto di Masque Milano.L-Attesa

Un’opera della vita in quattro atti: il primo dedicato alle esperienze, il secondo agli stati d’animo, il terzo alle relazioni sentimentali e l’ultimo al mondo dei sogni. Alessandro e Riccardo (fondatori del marchio Masque Milano) danno vita a una collezione unica di profumi ‘con l’anima’. Ognuna delle creazioni nasce dalla ricerca e dall’incontro personale con un naso: la visita al laboratorio, il racconto della sua vita e dell’esperienza professionale, poi il racconto del progetto, la condivisione dell’obiettivo e l’assegnazione del brief relativo alla scena.

Il tema de L’ATTESA affidato a Luca Maffei è rappresentato nella prima scena del terzo atto, così narrato: L'Attesa

Una sera d’estate. In casa, tutto è pronto per l’incontro. Le luci soffuse sembrano voler accarezzare il rumore stropicciato del vecchio disco in vinile, e giocano a nascondersi nel caldo abbraccio della voce di seta della cantante jazz. La grande porta finestra è aperta sul terrazzo. Da fuori arrivano solo il frinire delle cicale e la tiepida brezza estiva. Sul tavolino, un mazzo di fiori appena reciso. Riempie la stanza di un delicato cocktail di profumi e di una vivace tavolozza di colori. Stappi una bottiglia di champagne e riempi già i due calici. L’inconfondibile aroma dei lieviti si libra nell’aria. Ti accomodi sul divano per goderti questo momento. Ti guardi attorno, tutto è perfetto. Poi chiudi gli occhi, inspiri profondamente, ascolti il rumore dei suoi passi sulle scale. Sorridi.
 Vorresti che questi istanti non finissero mai. Bussano alla porta.

Questo frame ha ispirato la creazione della fragranza di Luca Maffei. Un artista che, fin da piccolo, ha sviluppato sensibilità e amore per il mondo delle essenze. Dal suo incontro creativo con Alessandro e Riccardo di Masque è emerso il desiderio di ricreare per la prima volta il sentore dei lieviti che, con il caratteristico contrasto amaro e intrigante, fosse in grado di esaltare l’aspetto cipriato, fiorito e terroso dell’iris.L'Attesa
La ricerca ha portato all’individuazione di una materia prima molto particolare: la Bierre CO2, usata per riprodurre un vero accordo ‘Champagne’. La scelta del fiore si è rivolta all’assoluta d’iris italiano con le sue sfumature acute e polverose e alla concreta d’iris italiano e francese con le sue note burrose.

Note di Testa – Bergamotto Italiano, Neroli, Accordo Champagne
Note di Cuore – Concreta di Iris Italiano, Concreta di Iris Francese, Assoluta di Iris Italiano, Assoluta di Tuberosa, Ylang Ylang
Note di Fondo – Sandalo Mysore, Muschio di Quercia, Accordo Cuoio

www.masquemilano.it

Testo di Maria Marinoni – www.scrittoitaliano.it  

Maria Marinoni

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.