Abbey Road: ovvero i Beatles a strisce

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Londra Abbey Road: ovvero i Beatles a strisce

Se provate a cliccare su questo link vedrete comparire sul vostro schermo le immagini di una webcam puntata sulle strisce pedonali di un incrocio dove quasi sempre ci sono dei veicoli che attendono pazientemente che gruppi più o meno numerosi di persone di qualunque età e nazionalità attraversino in fila indiana mentre altri li fotografano.

Ma dove siamo finiti?

Molti di voi lo avranno già capito. Siamo a Londra, nel quartiere di Camden e, più precisamente, in Abbey Road.

La webcam in questione è stata posizionata qualche anno fa sul tetto degli Abbey Road Studios, gli studi di registrazione più famosi d’Inghilterra. Quelli in cui hanno inciso Pink Floyd, Queen, Simple Minds, Police, Muse, Radiohead, Coldplay, Oasis e molti altri. Quelli in cui sono state registrate colonne sonore di film indimenticabili come Guerre Stellari e Il Signore degli Anelli. Ma questi studi sono stati consegnati alla storia per essere stati quelli in cui sono nati quasi tutti gli album dei Beatles.

L’edificio in stile georgiano degli Abbey Road Studios è visitabile. Oltre alle sale di registrazione, ospita un prestigioso istituto che propone corsi di ingegneria del suono, produzione e management musicale ed un coffee shop dedicato ai Beatles dove ci si può fermare a bere qualcosa oppure ad acquistare qualche gadget.

Ma perché la webcam è posizionata sulle strisce pedonali fuori dagli Studios?

Perché fu proprio qui che l’8 Agosto 1969 il fotografo Ian MacMillan scattò quella che sarebbe diventata una delle foto più iconiche della storia della musica: quella della copertina dell’album Abbey Road dei Beatles. I Fab Four stavano registrando ed era stato Paul McCartney ad avere l’idea di fare la foto di copertina sulle strisce appena fuori dallo studio. John Lennon e Yoko Ono avevano chiamato un loro amico per mettere a punto e realizzare l’intuizione di Paul.

Durante una pausa fra una session e l’altra, il traffico venne fermato solo per lo spazio di tempo necessario a scattare sei foto in cui il gruppo, in fila indiana, attraversava la strada.  Fu scelto lo scatto numero cinque,  perché sembra fosse l’unico in cui John, Ringo, Paul e George camminavano in sincrono. Non esattamente però, perché Paul, contrariamente agli altri tre, ha davanti la gamba destra.

Su questo particolare (e su quello che Paul fosse l’unico a piedi nudi) si basano le “prove” della teoria della morte e della sostituzione di McCartney con un sosia. Molto più banalmente basterà ricordare che Paul è notoriamente mancino e che quindi fa sempre il primo passo con il piede sinistro invece che con il destro.

Da quel momento le strisce pedonali di Abbey Road sono diventate così celebri da essere riprese, citate e parodiate in innumerevoli occasioni: da Kanye West ai Red Hot Chili Peppers, da Benny Hill ai Simpsons e dallo stesso Paul McCartney. Addirittura dal 2010 questo è diventato ufficialmente un luogo di alto valore storico perché è entrato a far parte di quelli protetti dall’English Heritage.

Giuseppina Bianchi

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.