Il VOI Donna Camilla Savelli Hotel è un ex convento del ‘600, realizzato in onore della Duchessa Savelli, nobildonna romana, sposa di Pier Francesco Farnese: oasi di quiete e silenzio, rammenta ai suoi ospiti la tipica inclinazione dei luoghi religiosi. Il Ferro e il Fuoco-VOI Donna Camilla Savelli Hotel

Situato sotto il Gianicolo, nella tradizionale zona di Trastevere, l’hotel è uno dei gioielli più preziosi della catena VOIhotels; conosciuto nella capitale per la sua storia interessante e le sue linee sobriamente eleganti, nate dal genio dell’artista Francesco Borromini, è qui che ha aperto il ristorante Il Ferro e il Fuoco, ultimo passaggio che ha conferito alla struttura ulteriore prestigio.

 

Dopo immani e complessi lavori di ristrutturazione, con l’obiettivo di valorizzare la struttura salvaguardandone la peculiare e originaria essenza, ma inserendo elementi di comodità e modernità, ne è scaturito un hotel di charme con 99 camere, dove si sono privilegiati i dettagli e la cura maniacale con cui gli ospiti sono accompagnati alla scoperta di Roma e della sua storia millenaria attraverso strumenti innovativi e il costante aggiornamento tecnologico.

La nascita del nuovo locale Il Ferro e il Fuoco, interno all’hotel e chiaramente ispirato alle atmosfere rinascimentali del VOI Donna Camilla Savelli, è stata seguita dall’architetto Maria Ilaria Billi che ha saputo coniugare i due volti dell’hotel, trasportandoli all’interno del ristorante, in un ambiente con la propria identità, che unisce elementi di modernità in perfetta armonia con lo spirito dell’ex-convento.

Antichi sfarzi e menù rinascimentale

L’arredamento, lineare e raffinato, offre ampio respiro allo sguardo, mentre le tonalità richiamano quelle del ferro e del fuoco, spaziando dai grigi fumé ai toni ambrati e alle trasparenze, con note d’oro che impreziosiscono e richiamano gli antichi sfarzi rinascimentali.

Il fil rouge storico del ristorante trova la sua massima espressione nel Menù Rinascimentale, sapientemente preparato dallo chef Emidio Gennaro Ferro, che propone un percorso eno-gastronomico attraverso i piatti dell’epoca rivisitati in chiave contemporanea.

Un’esperienza assai appagante per gusto, olfatto e vista, grazie anche al supporto dell’esperta Sandra Ianni, consulente gastronomica e autrice di libri sulla storia del cibo e delle bevande, che ha riscoperto ricette che risalgono a quelle che cucinavano nel ‘600 proprio le suore nel convento.

La competenza decennale dello chef Emidio Gennaro Ferro, che riassume passione, sperimentazione ed entusiasmo, completa il quadro culinario del locale: piatti che amalgamano storia e innovazione, in una continua ricerca che trova la sua più alta espressione nella tradizione e l’obiettivo di regalare agli ospiti del ristorante un momento fondato su sapori autentici e in armonia con l’anima del VOI Donna Camilla Savelli Hotel.

Un’avventura assolutamente da provare non solo dai gourmet, ma anche da chi ama investigare nuove strade della culinaria con lo sguardo presente rivolto a un passato piuttosto lontano e piacevolmente sorprendente!

www.hoteldonnacamillasavelli.com