Il profumo di Claude Monet

Se potessimo aggiungere una fragranza ad una visione avremmo un frammento di realtà. E’ quello che succede alla GAM di Torino fino al 31 gennaio 2016, in occasione della mostra su Claude Monet – che raccoglie i capolavori dell’artista dalle collezioni del Musee d’Orsay – con la collaborazione di Lush. Il brand etico di cosmetici fatti a mano con frutta e verdura fresca, 100% cruelty free, ha preparato per i visitatori un workshop olfattivo che stravolge la consueta fruizione di un dipinto.
monet_1024

Da qui l’idea de ‘Il profumo dell’arte’, grazie al quale la pittura si unisce ad una specifica fragranza. In questo modo la collezione dei Gorilla Perfumes – creata nel 2012 da Mark e Simon Constantine dal significativo slogan Revolutionary fine fragrances inspired by art, music and poetry – verrà presentata attraverso un percorso multisensoriale nello spazio dell’Education Area del museo, che condurrà gli ospiti alla scoperta dell’arte e alle suggestioni ‘emanate’ dalle opere di Monet: un insieme di sinestesie in grande stile.

perfume

Il celebre Autoritratto verrà, così, abbinato al profumo Dear John, capace di ricordare i profumi di un indumento maschile: si tratta di una fragranza creata da Mark Constantine, uno dei sei fondatori di Lush, per ricordare la giacca del padre. Al celebre Dejeuner sur l’herbe – audace concezione della pittura en plein air – verrà invece associato Dad’s Garden Lemon Tree, un’essenza agrumata in grado di far sentire il meraviglioso profumo di quell’angolo di paradiso. Non si può dimenticare La Cathedrale de Rouen accostata a Breath of God che, come il quadro, rappresenta un contrasto di luci e ombre. Il profumo del mare e dell’oceano negli scogli di Belle Elle viene, invece, evocato da Dirty, una fragranza dalle note di timo, menta e dragoncello, mentre Imogen Rose, con il suo vellutato aroma di rosa al quadro Blanche Hoschedè Bambina.

Al termine della visita un mastro profumiere dei Gorilla Perfumes darà vita a qualcosa d’ intrigante. Si creerà un’identità aromatica del visitatore, mescolando preziosi oli essenziali. Un regalo frutto di una personale esperienza odorosa, ricca di ricordi, colori e profumi che evocheranno lo splendore dei paesaggi impressionisti. Del resto The perfume is the point.

Il workshop si terrà l’8 gennaio 2016 alle ore 17.00.La quota di partecipazione prevede il biglietto d’ingresso della mostra secondo regolamento e 7 euro per il percorso mostra con approfondimento. Prenotazione obbligatoria.

Per maggiori informazioni: www.mostramonet.it

Maria Grazia Lucchese

error: Content is protected !!

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.