Nuovi look da Sanremo: cinque hairstyle dal Festival. Come riprodurli?

nuovi-look-da-sanremo-cinque-hairstyle-dal-festival

Nuovi look da Sanremo: cinque hairstyle dal Festival. Come riprodurli?

Nuovi look da Sanremo dunque, non solo musica, ma anche tanti spunti per acconciature di tendenza, che possono essere ottenuti anche a casa con qualche piccolo consiglio degli esperti hair stilyst Franco & Cristiano Russo.

Sul palco dell’Ariston non solo nuova musica ma anche ‘Nuovi look da Sanremo’ ed interessanti idee da cui prendere ispirazione per rivedere l’aspetto dei propri capelli con la primavera in arrivo.

Devo ammettere che quest’anno il Festival ci ha proposto delle scelte davvero molto interessanti.

Nuovi look da Sanremo: il blunt cut di Francesca Michielin

Durante la prima serata di Festival, Francesca Michielin ha sfoggiato un nuovo taglio ultra-pari molto di tendenza, ovvero il Blunt Cut, un taglio dalle linee pulite e nette, in contrapposizione con i bob scalati che abbiamo visto finora.

Sono molte le star che hanno optato per questo look, da Saoirse Ronan a Naomi Watts. È un taglio piano senza smussature, da qui infatti la parola Blunt. Si adatta ai capelli sottili, così come a quelli mossi e corposi – e se ben fatto – sta bene a tutte.

Nel caso di Francesca Michielin è stato dato un effetto wet sulla radice e più volume alle punte pettinate all’insù. Nel suo caso, il Blunt Cut è stato ideato dall’hairstylist Adir Abergel che si è ispirato allo stile grunge anni ’90.

Nuovi look da Sanremo: la frangia di Arisa e il liscio di Noemi

Mi ha colpito molto anche la frangia di Arisa, molto bella e molto in voga in questo momento. Lei, oltre ad avere una voce strepitosa, ama molto giocare con il look, senza prendersi mai troppo sul serio.

A volte, devo ammettere, che ha fatto scelte che mi hanno convinto poco, altre, invece, ha fatto davvero centro, come questa volta.

E che dire di Noemi, che ha calcato il palco più ambito dai cantanti di tutta Italia con un total look completamente rinnovato, con il quale ora si sente perfettamente se stessa. Assolutamente perfetti i capelli, lisci, luminosi e di un punto di rosso molto bello e attuale.

nuovi-look-da-sanremo-cinque-hairstyle-dal-festival

Molti dei look apparsi sul palco, però, possono essere replicati anche a casa, magari per un’occasione speciale o, semplicemente, per rinnovare un po’ il proprio stile e sentirsi bellissime in ogni occasione.

Ecco qualche consiglio:

Elodie ha messo in risalto i suoi lineamenti e lo sguardo felino con una coda alta tiratissima, in pieno stile Ariana Grande. Per realizzare una pony tail drammatica come quella di Elodie, l’ingrediente fondamentale è l’extention.

I capelli vanno tirati alti e fissati con una cera effetto wet, ed alla coda naturale va applicata una sintetica. Per coprire l’attaccatura dell’extention è sufficiente far girare una piccola ciocca di capelli attorno alla base della coda e fissarla con una forcina.

È un look da diva, molto sensuale proprio perché tirando i capelli alla radice crea un effetto lifting che enfatizza gli occhi.

Noemi ha optato per la semplicità, uno sciolto super straight con riga al centro. Un buon compromesso: uno stile basic, molto anni ’70, ma con un colore esplosivo. Una giusta scelta che pone equilibrio considerata la complessità dell’abito.

Sicuramente un acconciatura elaborata su quel vestito Dolce&Gabbana sarebbe risultata eccessiva. Ma come ottenere un rosso così vivo e lucente? Mantenere il rosso sui capelli può essere ostico perché è un colore che tende a scaricare ed a sbiadire.

È importante proteggere i capelli dai raggi UV, utilizzare uno shampoo ed un balsamo ravvivante e lavare i capelli con acqua fredda che non altera il colore perché non apre la cuticola dei capelli.

Anni’80 e anni’70 per Francesca Mesiano e Victoria

Francesca Mesiano dei Coma Cose ha riportato sul palco gli anni ’80 con un taglio mullet. È un look coraggioso, portato spesso da Miley Cyrus o da Rihanna. Per realizzare il mullet si tagliano i capelli molto corti sulla parte superiore del capo, lasciando le lunghezze libere sul retro.

Attorno al viso si frangiano, lasciando dei ciuffi frontali e giocando con le asimmetrie. Il segreto sta tutto nella frangia. Per rendere questo taglio contemporaneo e non troppo anni ’80, bisogna giocare con la lunghezza e lo styling della frangia. Francesca Mesiano ha scelto una frangia cortissima, molto rock, ma per un look più morbido si può optare per una frangia lunga.

Victoria dei Maneskin porta una frangia lunga anni ’70, ispirata a Jane Birkin. A metà fra un glamour retrò ed uno stile più bohémienne. Su di lei sono state realizzate delle flat waves con tessitura ed un finish shiny. In questo caso è necessario applicare uno spray texturizzante prima di lavorare le onde con il ferro. La frangia, invece, è super liscia e piastrata.

Testo di Franco & Cristiano Russo Parrucchiere (via Frattina 99, via Francesco Siacci 40. Roma) – www.francorussoparrucchiere.it  

Redazione

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.