Olio Officina Festival: olio del futuro

Di / 18 Gennaio 2016 Gusto Nessun commento
olio officina

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Condimenti per il palato & per la mente

L’ appuntamento con la quinta edizione di Olio Officina Festival è dal 21 al 23 gennaio a Milano, a Palazzo delle Stelline, dove nelle sale, tra chiostri e le grandi vetrate del palazzo si sviluppa un percorso di degustazioni, conferenze, mostre, spettacoli e show-cooking con gli occhi rivolti al futuro, nel nome di una nuova avanguardia e in piena sintonia con il tema portante del 2016: Avanguardia, olio del futuro. Tutto ruota intorno all’olio, preziosa e pregiata risorsa del nostro patrimonio alimentare. A Olio Officina Festival, uno spaccato a tutto tondo intorno al comparto oleario italiano e al mondo dei condimenti. olio officina

luigi_caricato copia

Luigi Caricato

Tutta l’attenzione è sull’olio del futuro, “dice Luigi Caricato, giornalista e oleologo, ideatore della manifestazione e autore di ben 33 libri sull’argomento” e non invece sul futuro dell’olio. L’idea è di stravolgere il linguaggio cui siamo abituati, facendo mutare così, a ciascuno, la propria personale visione dell’olio, apportando pertanto innovazioni, creando nuove interpretazioni, rompendo gli schemi e aprendo nuove porte.

Ricchissimo il calendario di eventi didattici e ludici di questa edizione. Alla scuola di assaggio ritornano puntuali e molto apprezzati i Saggi Assaggi, masterclass di degustazioni guidate di oli in purezza – dagli extra vergini agli oli da seme nobili. Cinque cooking show di alcuni affermati cuochi nello Spazio Olitalia, con degustazioni di fritti all’italiana e percorsi didattici nel mondo degli aceti balsamici.

Lungo i chiostri si dipanano le mostre degli artisti del movimento culturale Arte Da Mangiare sul tema pane e olio; “Olio d’Artista”: latte, lattine e bottiglie d’olio non ancora utilizzate reinterpretate da Francesco Sannicandro; “Segni e parole”: incisioni di testi dell’avanguardia italiana a cura di Nicola Dal Falco. E poi Valerio Marini, autore delle cartoline e della creatività del Festival, con una insolita mostra a tema animali e olio di oliva e un’opera immaginifica del collettivo del Parco dei Paduli incentrata sull’ulivo, sorpreso da giochi di luci e ombre.

Per gli appassionati del collezionismo filatelico venerdì 22 e sabato 23 gennaio l’annullo filatelico di Poste italiane e Olio Officina Festival con due timbri dedicati alla cultura olearia e all’arte dell’assaggio.

L’edizione 2016 inaugura un evento nell’evento: OOF Libri – Pagine di Gusto, una nuova sezione interamente dedicata alla presentazione di pubblicazioni – manuali e saggi ma anche testi di narrativa, teatro e poesia – che affrontino il complesso e variegato mondo dell’alimentazione e dell’agricoltura a partire dalle singole materie prime alimentari. Un vero e proprio “salotto letterario” allestito nei chiostri del Palazzo delle Stelline è a disposizione di chi voglia incontrare gli autori e far firmare la propria copia del libro, acquistabile alla Libreria del Festival.

cartolina-orizzontale-oof16

Palazzo delle Stelline – Milano
21 – 23 gennaio
www.olioofficina.com

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.
error: Content is protected !!

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.