Smemoranda: racconti e dintorni

smemoranda

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Smemoranda – l’agenda letteraria più originale dei nostri tempi che raccoglie in appendice dodici storie a tema libero – apprezzata sia da adolescenti che da adulti, torna anche quest’anno. Dal 1978 – la sua prima pubblicazione – e da ben sedici edizioni, l’agenda ha inserito tra le sue pagine in maniera innovativa articoli, opinioni, notizie, poesie, canzoni, disegni e vignette creati da personaggi celebri, i quali l’hanno resa un autentico tabloid annuale. Da Federico Fellini a Roberto Benigni, dal giornalista Giampaolo Pansa fino al cantante Ligabue, sono più di trecento i ‘nomi’ che hanno collaborato a Smemoranda dal suo inizio. Tra questi comici, vignettisti e personalità appartenenti ad ogni categoria sociale.

SMEMO2016__tutte

Utile per gli usi più svariati, dal lavoro al tempo libero, la Smemo con la sua elegante cura dei dettagli grafici, nella copertina e negli interni, è il testo di riferimento apprezzato perlopiù da giovani pieni di fantasia che se ne fanno accompagnare tutto l’anno. Ricca di piccoli accessori – bigliettini a strappo dove annotare note e pensieri, segnalibro, rubrica e planning annuale – Smemoranda è disponibile in tre versioni differenti: giornaliera, settimanale o pocket da tavolo con elastico e segnalibro. La cover classica rigida è con interni a quadretti, mentre la variante soft touch ha interni a righe.DSC_6896copia

 

Ben quattro i colori da scegliere: nero – la versione classica – viola con dettagli arancio, rosso lacca e blu elettrico con particolari lime. La Limited Edition di quest’anno prevede anche una copertina bianca con scritta antracite. Si tratta di un’edizione calligrafica dedicata agli amanti della letteratura. Non a caso quest’anno Parole e dintorni – motto storico di Smemoranda – troverà concreto riscontro nella presenza di racconti inediti degli scrittori più amati. Oltre ai condirettori Gino e Michele, firmano le storie di SMEMORANDA 12MESI 2016: Guido Catalano, Sandrone Dazieri,  Fabio Genovesi, Marco Missiroli, Raul Montanari, Aldo Nove, Tiziano Scarpa,  Andrea Vitali.  Ma troveremo anche estratti  della scrittrice romana Chiara Gamberale, Michela Murgia e Marina Terragni, storica collaboratrice del Corriere della Sera ed editorialista di Io Donna.

Perché il vento è anima e stomaco, pelle e cuore. Il vento è la fantasia che ci regala questo nostro pianeta per alleviare il grande, inevitabile ovvio della quotidianità. E’ lo scarto, l’ improvviso. Il vento è aria che vive, che soffia. (Gino e Michele)arton31623

Smemoranda continua anche sul web con racconti disponibili in formato ebook su www.smemoranda.it

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.