Tolo Tolo: il ritorno di Checco Zalone, in un film ambizioso e difficile

Di / 28 Dicembre 2019 Home, Video Nessun commento
zalone-tolotolo-

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Tolo Tolo è il quinto film interpretato da Luca Medici in arte Checco Zalone. La commedia, per la prima volta diretta dall’attore stesso, uscirà nelle sale italiane il primo gennaio 2020, a quasi quattro anni di distanza da Quo vado?

Partendo da un copione scritto insieme a Paolo Virzì, Zalone conferma il suo talento pirotecnico e la sua unicità di comico civile, che è anche il segreto del suo successo.

Tolo Tolo è un lavoro che ha visto una lunghissima gestazione, in cui è stato necessario un numero straordinario di comparse ( quelle africane sono state cercate nei centri di accoglienza), numerosi set allestiti, partendo dall’Italia da Roma a Bari fino a Trieste (dove è stato dato l’ultimo ciak), per approdare a Malta e poi in Kenia passando dal Marocco.

Checco Zalone prende di petto la realtà italiana in un film ambizioso e difficile,

di estrema complessità sia artistica che produttiva.

Una storia che parla di Africa, ma soprattutto di Italia, e lo dichiara esplicitamente col suo corredo di canzoni pop che attraversano varie epoche, da Nicola Di Bari ad Al Bano a Sergio Endrigo.

…e poi di migranti, politici improvvisati e fascismo.

Tra le sue battute divertenti o fortemente satiriche – su tutte una recita: “il fascismo è come la candida, esce con lo stress e il caldo”

Il Cast

Nel cast, oltre un cameo di Nichi Vendola, ci sono Souleymane Sylla, Manda Touré, Nasser Said Birya, Alexis Michalick, Arianna Scommegna, Antonella Attili, Nicola Nocella, Diletta Acquaviva, Maurizio Bousso e Sara Putignano.

 Sinossi

Tolo Tolo ( che significa “solo, solo”) è l’espressione usata da un bimbo africano quando, nel film, incontra per la prima volta il personaggio interpretato da Checco Zalone.

Siamo a Spinazzola, nel cuore delle Murge pugliesi. Checco è un sognatore, con il pallino dell’imprenditoria, rifiuta categoricamente il reddito di cittadinanza e apre un sushi restaurant. Ma dopo il successo iniziale, il progetto fallisce miseramente, trascinando sul lastrico anche l’intera famiglia.

Decide quindi di fuggire dall’ira dei parenti, dai creditori e dal fisco “là dove è possibile continuare a sognare”: ovvero in Africa, dove si improvvisa cameriere per un resort a cinque stelle.

Lì incontra Oumar, cameriere con il sogno di diventare regista e la passione per quell’Italia conosciuta attraverso il cinema di Pasolini.Tolo Tolo: il ritorno di Checco Zalone

Improvvisamente in Africa scoppia la guerra e i due sono costretti a emigrare, anche se Checco non punta all’Italia ma al paradiso fiscale del Liechtenstein, dove le tasse e la burocrazia sono meno pressanti che nel Bel Paese.

A loro si uniranno la bella Idjaba e il piccolo Doudou (“come il cane di Berlusconi”).Tolo Tolo: il ritorno di Checco Zalone

Riusciranno i nostri eroi, attraversando il deserto e il mare insieme ai migranti,

a portare a termine il “grande viaggio da clandestini”?Tolo Tolo: il ritorno di Checco Zalone

Tra alti e bassi, tra momenti ilari e altri meno, il film scorre, talvolta faticosamente. Si ride un po’ di meno ma si riflette decisamente di più. E soprattutto invia un messaggio di umanità.  E con i tempi che corrono non è roba da poco.

 

Data di uscita: 1 gennaio 2020 (Italia) In risalto
Regista: Checco Zalone
Sceneggiatura: Checco Zalone
Cinematografia: Fabio Zamarion
Musica composta da: Checco Zalone
Coreografia: Monica Simeone
Un film prodotto da Pietro Valsecchi
Distribuzione Medusa film

Redazione

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.