Ciak si gira: un’Italia da cinema

Ciak si gira: un'Italia da cinema

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Ciak si gira…. Dove? Ad Hollywood? In questo caso no. Per vivere le emozionanti atmosfere dei set cinematografici, non è necessario spingersi fino negli Stati Uniti, basta rimanere in Italia, conoscere le proprie città e il proprio territorio. Il Bel Paese è famoso anche sul grande schermo. La ‘Grande Bellezza’ italiana – con i suoi paesaggi mozzafiato, scorci suggestivi, città incantevoli e varietà di vedute – è stata da sempre una tra le scelte privilegiate dei registi di tutto il mondo. Per questo motivo, Yelp – piattaforma e app per la ricezione delle migliori attività su base locale – ha fornito un vademecum originale per andare alla scoperta dei luoghi della nostra penisola che hanno ospitato set indimenticabili e scene iconiche nella storia del cinema. Il nostro percorso attraversa mari e montagne, campagne e città, dal Nord al Sud del Paese, tanto che si potrebbero girare tanti film in un’unica regione.

filmmaking concept scene with dramatic lighting

Se vogliamo ripercorrere la romantica storia d’amore dei protagonisti de La Corrispondenza – ultimo film di G. Tornatore – dobbiamo recarci a Borgo Ventoso, suggestivo paesino sul Lago d’Orta che regala scorci pittoreschi da ogni prospettiva.La-corrispondenza-tornatore-trailer-trama-recensione

Spostiamoci in Toscana e andiamo ad Arezzo, deliziosa cittadina medievale, dove Roberto Benigni ha girato la commovente storia de La vita è bella, Premio Oscar nel 1997. Non possiamo dimenticare le grandi città.la-vita-e-bella-1997-720p-dual_mkv_snapshot_00_51_14_2012_06_01_09_21

Il Duomo di Milano che appare in due film – Miracolo a Milano (1951) di Vittorio De Sica e in una scena più divertente in Che bella giornata (2011) con Checco Zalone. Mario Monicelli, invece, nel 1975 ha girato il suo capolavoro Amici miei , a Firenze. Indimenticabile la scena dove i protagonisti della commedia schiaffeggiano i passeggeri affacciati ai finestrini dei treni in partenza dalla stazione di Santa Maria Novella. Cartoline dal Salento arrivano da Ozpetek che ha girato Mine Vaganti (2010) a Lecce.Puglia_Lecce

Non possiamo dimenticare neanche i precedenti Premi Oscar del passato e del presente, che hanno scelto La Città Eterna come protagonista e location dei loro capolavori. tumblr_mqrnj9bjCR1sraj0qo1_1280Il grande maestro del cinema italiano Federico Fellini che ne La Dolce Vita (1960) ha immortalato la bellezza della Fontana di Trevi con il bagno della sensuale Anita EkbergFontaine de Trevi, Rome, ItalieE poi, Paolo Sorrentino che ne La Grande Bellezza (2013) ‘rivisita’ tanti luoghi della Capitale tra cui ‘Il Parco degli Acquedotti’ e ‘La Veranda’ , famoso ristorante romano, apprezzato per le pareti affrescate e i suoi brunch domenicali. pegasus_LARGE_t_1581_106808151Del resto, la storia del cinema italiano non ha nulla da invidiare a quello degli altri Paesi. Enumera registi immortali, la presenza di Cinecittà a Roma e del Museo del Cinema a Torino – uno dei più importanti musei a tema del mondo – e forse pochi sanno che i Fratelli Lumiere nel 1896 fecero le loro prime rappresentazioni a Roma e Milano. Per questo motivo, anche in Italia – imitando il boom della Nuova Zelanda che ha trascinato parecchi turisti nella Terra di Mezzo dalla saga de Il signore degli anelli- si sta cominciando a diffondere il cinetourism- forma di turismo alternativa di chi si reca in visita alle location cinematografiche. Qualche esempio? Molto richiesti tour a Procida e Salina– qui Massimo Troisi ha girato Il Postino (1994) luoghi che ci rimarranno nel cuore per sempre.1-troisifiles

Quando i film…..trainano il turismo….

www.yelp.it

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.