Effetto botox

botox

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Effetto botox

La tossina botulinica, più semplicemente e sinteticamente chiamata botox o botulino, è oggetto di grande entusiasmo – nel mondo i trattamenti all’anno sono oltre 10 milioni – ma anche di molti pregiudizi. Invece, per uso estetico, non è il caso di temerla come un veleno (anche se tutti i farmaci possono in alcuni casi far male) perchè le quantità di botulino impiegate per ridurre le rughe sono di molto inferiori a quelle che vengono usate per la cura di alcune patologie (spasmi facciali, strabismo, emicrania cronica, distonia cervicale, iperidrosi). In realtà, se correttamente utilizzato, è un trattamento estetico che può offre risultati naturali. Infatti non toglie nulla, come il lifting, e non aggiunge nulla, come i fillers.
Botulino-copertina

La sua azione è quella di decontrarre la muscolatura nelle zone dove viene iniettata e, in questo modo, di ‘stirare’ le rughe. Non si tratta di ‘paralizzare’ il muscolo ma soltanto di rilassarlo. Il botox, pero’, deve essere utilizzato dai medici: L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) non ne ha concesso l’autorizzazione per uso estetico a nessun’altra categoria professionale.

Come agisce e in che modo si possono ottenere effetti davvero naturali?

Dottoressa Magda Belmontesi
L’abbiamo chiesto a Magda Belmontesi, medico chirurgo specialista in dermatologia a Milano e a Vigevano (www.pelleedintorni.it). 

“La tossina botulinica, prodotta da un batterio – il clostridium botulinum – è stata autorizzata, in Italia, per uso estetico nel 2004. Le zone che si possono trattare sono le rughe glabellari (quelle tra le sopracciglia alla radice del naso) e intorno agli occhi (zampe di gallina). Si inietta nella zona per rilassare la muscolatura e in questo modo si distendono le rughe”.

Come si può ottenere un effetto light?
“Il preparato si presenta in polvere e viene diluito in modo diverso con soluzione fisiologica. Si creano così delle unità di misura che variano a seconda del tipo di formulazione utilizzata. Sta al medico valutare, in base alla mimica facciale della persona, in che modo agire per avere un risultato più intenso o più light. La tendenza iniziale era quella americana, con una massima concentrazione e un effetto ‘ferro da stiro’. In Europa l’approccio è sempre stato più naturale e comunque oggi si cerca  in misura maggiore di ridurre le contrazioni muscolari e rilassare il muscolo con un effetto distensivo sulla ruga, ma mantenendo attiva la mimica facciale. Evitando così di avere un’espressione un po’ immobile”.

Le iniezioni di botox sono richieste anche dagli uomini?
“Sì: è uno dei trattamenti estetici più richiesti. Gli uomini hanno rughe piuttosto profonde e un viso spesso molto ‘segnato’. Inoltre il metodo offre risultati quasi immediati e se si vuole, occorre ripeterlo solo un paio di volte l’anno”.

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico. E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.