Energy box, arte urbana a Milano

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Parlare di arte oggi a Milano non significa più solamente entrare in un museo o visitare una mostra” afferma Giuliano Pisapia sindaco del capoluogo meneghino ” Per ammirare opere d’arte, oggi basta camminare per le strade della città e imbattersi in una delle oltre centocinquanta centraline semaforiche che tanti ragazzi e ragazze hanno dipinto, ognuno con il suo personalissimo stile. Si tratta d’arte in tutto e per tutto e siamo orgogliosi che questa ondata di colore abbia conquistato Milano”. 12. LAURINA PAPERINA pag75

Il progetto che contribuisce a rendere Milano una città sempre più moderna e innovatrice, vivibile e accogliente, bella da viverci e lavorare si chiama “Energy Box”. Più di cinquanta artisti di fama internazionale selezionati da A2A e Fondazione AEM in collaborazione con il Comune di Milano e con la supervisione del critico d’arte e ordinario di Storia dell’arte moderna al Politecnico di Milano,  Flavio Caroli, hanno dato vita a oltre centocinquanta centraline di controllo dei semafori, ubicate in zone centrali e periferiche della città, che brillano oggi di nuova luce e colori.

Ciò che sino a ieri era inanimato e passava inosservato, pur svolgendo una funzione fondamentale nella regolazione della nostra vita quotidiana, si impone oggi nel paesaggio urbano: una vera e propria esplosione cromatica che contribuisce a modificare, positivamente, l’immagine della città e la percezione degli spazi che la compongono. Vere opere d’arte, pezzi unici, realizzate da artisti diversi, ognuna con il suo personalissimo stile: dall’iperrealismo di Neve, di Acme107, di Kraser e di CHEONE all’ironia iperrealista-pop di Crea e di Gattonero, dal rigoroso astrattismo di Rendo e a quello di DADO, al pop ironico di Pao, al figurativo ironico e impegnato di Airone, al peculiare e raffinato informale di KayOn, dal realismo fiabesco di Magenta alla rigorosa stilizzazione di Franco Real, al “neo-operaismo pop” di Davide Atomo Tinelli.

Un progetto che mira a a ridisegnare l’estetica della città e  trasformare Milano nella prima galleria diffusa a cielo aperto, fruibile a tutti.
1442_COP_10113_Energy_Box_ok.indd

 

Il catalogo è di Skira Editore – ENERGY BOX – Urban Art Renaissance – Milano. La prima grande mostra a cielo aperto

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.