Givenchy celebra la sua musa Audrey Hepburn

Audrey Hepburn

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Chi era Audrey Hepburn? Audrey Hepburn

Un’attrice di fama mondiale. Un elegante riflesso su una famosa vetrina di gioielli. Una vera e propria icona di stile, ricercatezza e bellezza. Esile, con grandi occhi espressivi e un sorriso meraviglioso, Audrey Hepburn ha incantato con il suo fascino discreto e la sua innata eleganza intere generazioni. I suoi intensi quindici anni in cima alle gerarchie di Hollywood, dai primi anni Cinquanta fino alla seconda metà dei Sessanta, coincisero e s’intrecciarono con un momento molto significativo della moda, quando le norme altere della haute couture dovettero cedere il passo a una nuova e frizzante ondata di cambiamenti.  Per il suo secondo film a Hollywood, “Sabrina”, scelse di essere vestita da Hubert de Givenchy. 

Da allora, fu lui il suo couturier, sullo schermo e nella vita, una congiunzione perfetta, confermata dal tempo oltre che da quel tubino da sera nero. Ora, una mostra al Gemeentemuseum Den Haag, all’Aia – intitolata To Audrey with Love, visitabile  fino al 26 marzo 2017 – celebra lo stretto legame di Hubert de Givenchy con la sua musa Audrey Hepburn, proprio in Olanda, dove la diva  trascorse diversi anni della sua infanzia. Audrey Hepburn Audrey Hepburn

Si tratta di una grande retrospettiva sul lavoro del famoso stilista francese, uno dei principali fashion designer del ventesimo secolo e leggenda vivente nella storia dell’haute couture, la cui carriera si sviluppò in parallelo con quella di Christian Dior e Cristóbal Balenciaga.

La mostra è stata  curata seguendo le indicazioni di Hubert de Givenchy, il che permette di avere uno sguardo unico sulla sua carriera che abbraccia mezzo secolo: dall’apertura della casa di moda nel 1952 fino al ritiro nel 1995. Lo stilista ha selezionato personalmente diverse delle sue creazioni preferite, molte delle quali mai esposte prima al pubblico.

Il Gemeentemuseum Den Haag è grato a numerose collezioni private per il generoso supporto prestato a questo progetto, che ha dato al museo l’opportunità unica di mettere in mostra meravigliosi pezzi di fashion design firmati Hubert de Givenchy.

Parte della mostra è incentrata in particolare sul profondo rapporto di amicizia e sulla collaborazione professionale tra Hubert de Givenchy e Audrey Hepburn. La loro partnership creativa ebbe inizio nel 1953 e durò fino alla scomparsa dell’attrice. Audrey Hepburn indossò le creazioni di Givenchy in diversi dei suoi film più famosi, tra i quali “Come rubare un milione di dollari e vivere felici” e “Colazione da Tiffany”.

Una volta la Hepburn dichiarò: “Gli abiti di Givenchy sono gli unici nei quali mi sento a mio agio. Lui è più di uno stilista, è un creatore di personalità”.

Ed è proprio questo rapporto particolare ad aver spinto Monsieur Hubert de Givenchy ad intitolare la mostra “To Audrey with Love”, che peraltro è il titolo del suo recente libro, anch’esso dedicato all’amata amica Audrey. Oltre a magnifici abiti firmati Hubert de Givenchy, alcuni dei quali indossati dalla stessa Audrey Hepburn, la mostra presenta schizzi, disegni, fotografie e Givenchy celebra la sua musa Audrey Hepburnmateriale cinematografico promozionale che riportano in vita lo spirito e la bellezza senza tempo di un patto di amicizia ed eleganza davvero unico. www.gemeentemuseum.nl

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.