Pets@work: cane-terapia, anche in ufficio

Pets@work-

IMG_3855Pets@work – Cane-terapia, anche in ufficio. Pet terapy e amicizia invitano a stare insieme il più possibile con il proprio cane, in grado di alleviare lo stress con la sua presenza e dedizione. In occasione della Giornata mondiale dei cani in ufficio, lo scorso 24 giugno Purina ha lanciato una sfida per incoraggiare l’apertura ai pet sul posto di lavoro: stabilire il Guinness dei record relativo al maggior numero di cani in ufficio, coinvolgendo tutte le sedi nel mondo in oltre 50 Paesi. Nel 2015, oltre 281 cani hanno accompagnato i loro proprietari durante un’ordinaria giornata lavorativa nella sede americana. I pet in ufficio, infatti, come hanno dimostrato recenti studi delle Università della Virginia, di Miami e di Mississippi, sono in grado di migliorare benessere, soddisfazione professionale, produttività, oltre che diminuire le assenze per malattia. Pets@work

Consapevole dei benefici che ogni individuo può trarre dal rapporto con il proprio pet, Purina è pioniera nella definizione di policy aziendali codificate, capaci di valorizzare la relazione fra persone e pet anche sul posto di lavoro. Infatti, nel 2014 l’azienda ha lanciato in Italia l’iniziativa Pets@work -già attiva negli USA da oltre dieci anni – che consente ai collaboratori dell’azienda di portare con sé il proprio cane negli uffici del nuovo Campus del Gruppo ad Assago (MI). Una possibilità che è diventata una vera e propria sfida lo scorso 24 giugno, quando i dipendenti di tutte le sedi Purina distribuite in 51 Paesi, tra cui l’Italia, sono stati invitati a partecipare attivamente per entrare nel Guinness dei primati portando il maggior numero di cani in ufficio in un solo giorno.Marco Travaglia_Pets@work
“Per noi, grazie al progetto Pets@work ogni giorno è il 24 giugno” spiega Marco Travaglia, Direttore Generale di Purina Sud Europa. “Siamo convinti dell’importanza di questa iniziativa e di come la testimonianza concreta dei vantaggi del portare il proprio cane in ufficio possa alimentare un circolo virtuoso, che spinga sempre più aziende a valutare la possibilità di intraprendere un percorso di apertura alla presenza dei pet sul posto di lavoro. Tutto ciò a beneficio dei propri collaboratori e della loro qualità di vita e a beneficio della speciale relazione che si instaura con un pet, per la vita. Crediamo fortemente che quando le persone e gli animali da compagnia stanno insieme, la vita si arricchisce”.

Lavorare tenendo accanto a sé il proprio cane è oggi una realtà, anche in Italia. I pet sono sempre più membri delle famiglie italiane secondo l’ultimo rapporto Assalco Zoomark: almeno una famiglia su due nel nostro Paese sceglie di accogliere in casa un animale da compagnia, cane e gatto in primis. Non c’è da stupirsi quindi che questa positiva relazione possa allargarsi anche all’ambito professionale, se si permette l’ingresso dei cani in ufficio. Ma se i benefici sono chiari, meno definite sembrano essere le posizioni delle aziende sul tema, soprattutto in Italia, dove esistono molte barriere e resistenze. All’estero la possibilità di poter portare i propri cani in ufficio inizia a diventare un’abitudine sempre più diffusa – negli Stati Uniti un’azienda su cinque è pet-friendly.filippa_e_cane_

Pets@work si inserisce in una serie di iniziative e progetti che testimoniano il continuo impegno di Purina nel promuovere l’importanza della relazione fra persone e pet come fonte di arricchimento della vita quotidiana. Il 2016 segna un passaggio cruciale in questo senso: la società ha infatti lanciato un’importante campagna europea volta a promuovere il prezioso contributo e il ruolo che gli animali da compagnia hanno nella nostra società. “We are better with pets” è il nome dell’iniziativa: promossa in Italia insieme ad ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), aiuterà a riempire fino a 100.000 ciotole per i pet ospitati nei rifugi dell’associazione. Un risultato che sarà possibile solo attraverso la partecipazione attiva degli italiani, chiamati a partecipare al movimento condividendo il loro impegno sul sito www.purina.it. Il progetto, che vede come ambasciatrice nel nostro paese Filippa Lagerback (e il suo cane Whiskey), sarà attivo fino al 31 luglio.

Purina, l’azienda di riferimento del settore PetCare, è presente in tutti i segmenti del mercato con una gamma completa di alimenti per soddisfare le esigenze di alimentazione e benessere di cani e gatti, e offre servizi che contribuiscano a migliorare la relazione fra l’uomo e i pet. Si rivolge alla grande distribuzione (supermercati, ipermercati, negozi al dettaglio) e al canale specializzato (petshop, garden center, agrarie, brico, allevatori e veterinari).

untitledwww.purina.it

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico. E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.