Profumo Sound of Donna: la musica di Trussardi

sound-of-donna-trussardi-profumo

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Profumo Sound of Donna: la musica di Trussardi.

Note, composizioni, armonie e ritmi  sono musicali e anche olfattivi e i profumi, proprio come una melodia o un suono, hanno un forte potere evocativo e seduttivo. Provocando desideri e nostalgie.

Trussardi racconta di tacchi sulle scale, vento tra i capelli, frusci di seta che scivola sui pantaloni in pelle. Suoni di una donna femminile, ribelle, ironica e chic, iconica e moderna dalla voce delicata ma potente, inarrestabile come la felicità, vibrante di desiderio. Sound of Donna, la nuova fragranza femminile di Trussardi Parfums, la rappresenta. Il target di riferimento sta tra la X Generation e i Millennials: donne giovani e multitasking che amano il lavoro e il tempo libero, contenitore di musica e occasioni, dove gli uomini interessanti sono illuminati dall’ironia.

La struttura olfattiva di Sound of Donna, creata da Emilie Coppermann, sorprende con il contrasto tra l’accordo di mandarino, magnolia, mandorla verde, tuberosa, eliotropio e di Mont Blanc. Un profumo sofisticato ed elegante, ma anche irriverente come un successo pop, che appartiene a una nuova famiglia olfattiva: Fiorito Orientale/Gourmand/Legnoso. Nelle frizzanti note di testa il succo di mandarino flirta con le croccanti mandorle verdi e con la freschezza della magnolia. Nel cuore l’ipnotica sensualità della tuberosa è esaltata dall’indiscussa armonia femminile della rosa e dalla morbidezza dell’eliotropio. Nelle note di fondo c’è un sottile equilibrio di tre elementi solitamente contrastanti tra loro: legno di sandalo, patchouli e l’accordo di Mont Blanc, la vera star dell’intera creazione.

Il packaging è Ultra Violet, Colore dell’anno 2018.

Una sfumatura di viola intensamente provocatoria e riflessiva, in grado di comunicare anticonformismo, ingenuità e un pensiero visionario che traccia la via per il futuro. Con tocchi d’argento nel logotipo e nel nome impressi a rilievo, sui fianchi della scatola e su quelli della bottiglia che risulta come incorniciata da due bande in alluminio luccicante. Lo stesso materiale si ritrova sulla bottiglia dove è scolpito il logo a forma di T, iniziale di Trussardi e primo simbolo del marchio. Sulla confezione come sul vetro del flacone sono impresse a rilievo delle righe ondivaghe e trasversali: una reinterpretazione ribelle del pentagramma musicale. Il design della bottiglia non ha una visione frontale e posteriore per essere ammirata a 360 gradi e senza una prospettiva prestabilita. Un’altra metafora di una donna che lascia un segno sotto forma di suono.

La campagna visual è un intenso ritratto femminile firmato da Emma Tempest, sofisticata fotografa di moda e lifestyle nata e cresciuta in Cornovaglia e che oggi vive tra Londra, Parigi, New York e Los Angeles.

Lei è Annalisa, la bellissima e nota cantautrice con oltre 800 mila followers in Instagram e una passione sconfinata per la musica. È il testimonial perfetto per la nuova fragranza di Trussardi Parfums, Sound of Donna. La sua figura sinuosa si staglia contro il cielo blu cobalto di Milano alle prime luci del giorno. Le sue labbra rosse e carnose sono leggermente dischiuse. Forse sorride, magari sta per baciare l’amore della sua vita, di sicuro canta.

Il film è girato in esterno, giorno, le prime luci del mattino sulla città ancora addormentata. Siamo a Milano nell’area Porta Nuova-Garibaldi-Isola-Varesine in cui si respira il futuro. Una donna cammina verso l’avveniristico ponte sospeso su Via Melchiorre Gioia. Il suono dei suoi passi che salgono rapidamente le scale verso Piazza Gae Aulenti è come un preludio. La sua figura sembra far parte del nuovo skyline cittadino. La telecamera la segue, le gira intorno, indugia prima sui suoi capelli mossi dal vento, poi sulle sue labbra da cui scivolano le prime strofe di “Il mondo prima di te”. All’inizio Annalisa canticchia tra sé e sé.

Poi la musica le esplode nel corpo e nell’anima: comincia a correre e sul ponte appaiono i musicisti che danno forza e struttura alla sua voce. Una canzone che diventa un inno alla gioia. Alla fine del ponte c’è un uomo che l’aspetta. Non è la sola ragione dei suoi pensieri, ma in quel momento lo diventa……

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico. E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.