Un gioiello per l’Africa

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Originalissima come sempre,  la nuova collezione di Lebole Gioielli,  che nasce dall’estro di Barbara Melani e si ispira a varie culture dei paesi del mondo, quest’anno ha un significato e un valore davvero speciale, trattandosi di un progetto di solidarietà. I  gioielli della Collezione Africa, sostengono la campagna di Oxfam Italia “Con le donne per vincere la fame”, nata dalla consapevolezza che solo sostenendo le donne è possibile combattere in modo efficace la fame che ancora oggi colpisce 805 milioni di persone nel mondo.

La nuova collezione mantiene ferme le caratteristiche che ormai sono i tratti distintivi delle creazioni di Lebole Gioielli, come l’uso del tessuto, l’utilizzo di pezzi unici e l’asimmetricità dell’orecchino. Cambia invece l’ispirazione che fa delle sagome e della provenienza della stoffa il cuore della collezione: l’AFRICA. 

In Africa i tessuti sono messaggi traboccanti di contenuti, la testimonianza spirituale e terrena dell’essere. Non si tratta solo di prodotti materiali con cui vestirsi, ma incarnano, attraverso i loro decori, una sorta di “archeotesto” su cui sono disegnate le identità sociali e religiose di questo popolo.

Gli orecchini Africa sono costituiti da una coppia asimmetrica di soggetti: la maschera abbinata alla cartina dell’Africa o la maschera abbinata alla figura femminile. Il tessuto è applicato su un’anima di legno leggerissima.

La figura femminile indossa un pagne, ossia un tessuto di forma rettangolare che può essere indossato in tanti modi diversi. Il pagne rappresenta un oggetto di valutazione estetica, segno di prestigio e strumento di seduzione che in molti contesti africani rimane l’indumento base del vestiario femminile. Indossare un pagne è un’arte e richiede una padronanza di gesti acquisiti per imitazione o per apprendimento, ma del tutto assimilati da apparire come spontanei e naturali. Il pagne più diffuso è di cotone realizzato con la tecnica wax-print e la Lebole Gioielli, per le tre sagome della nuova Collezione, seleziona questi tessuti.

DSC_6684Il wax-print consiste nello stampare con una complessa tecnica mista che assicura una solidità delle tinte e un’apparenza “artigianale” di grande resa estetica, anche grazie alle craquelures, piccole irregolarità volutamente provocate dal metodo di fabbricazione. Il wax impiega la tecnica della tintura a cera con riserve: proteggendo alcune parti di tessuto con la cera e impregnandolo di tintura si ottengono una serie di motivi o forme. L’operazione viene ripetuta più volte e l’ultima tappa della sua fabbricazione, quella che dà al wax la sua etichetta, è l’applicazione dei colori sul tessuto con tamponi di legno sagomati secondo le parti del motivo da stampare.

I tessuti wax-print sono nati nel 1893 in Olanda e ancora oggi sono prodotti da ditte olandesi che ne detengono gelosamente i brevetti per un mercato specificatamente e solamente africano. www.lebolegioielli.it
DSC_6721

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Lascia un commento

Email (will not be published)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.