A Mohács, alla scoperta del carnevale ungherese

a-mohacs-alla-scoperta-del-carnevale-ungherese

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

A Mohács, alla scoperta del carnevale ungherese

A Mohács con allegria. Dalla fine del periodo natalizio all’inizio della Quaresima, l’Ungheria è ancora in festa tra attività di intrattenimento ed esperienze gastronomiche per celebrare il carnevale.

Coloro che programmano il loro soggiorno a Budapest nel mese di febbraio, con sole due ore di auto possono raggiungere il fulcro della festa folkloristica.

Il pittoresco paese di Mohács, situato sulle rive del Danubio in Ungheria, è pronto a trasformarsi in un vortice di allegria e colori in occasione del suo Carnevale annuale. Questa celebrazione unica e tradizionale, che risale a diversi secoli fa, è un appuntamento imperdibile per coloro che cercano un’esperienza autentica e coinvolgente.

a-mohacs-alla-scoperta-del-carnevale-ungherese

Mohács – Busójárás – kézi-12

Il Carnevale di Mohács: una tradizione immortale

Il Carnevale di Mohács, conosciuto localmente come “Busójárás” è una festa che mescola la gioia festosa del carnevale con la ricca eredità culturale ungherese. Questo evento, che quest’anno si terrà dall’8 al 13 febbraio, affonda le sue radici nella storia del Paese, risalendo al lontano 1783, e da allora è diventato uno dei carnevali più significativi d’Europa.

Gli iconici Busó e la sfilata tradizionale.

Il cuore pulsante del Carnevale di Mohács è rappresentato dai Busó, figure misteriose con maschere di legno e costumi tradizionali create appositamente dagli artigiani locali.

Questi personaggi affascinanti sfilano per le strade della città, creando uno spettacolo unico e coinvolgente e urlando il loro tradizionale grido “bao-bao“. La sfilata è accompagnata da musica tradizionale, balli e canti, trasformando le strade del paese in un’esplosione di energia positiva.

a-mohacs-alla-scoperta-del-carnevale-ungherese

Una delle tradizioni più coinvolgenti del Carnevale di Mohács è la cerimonia del “Farsangtemetés,” un funerale simbolico che rappresenta l’addio all’inverno. La piazza principale si anima con fuochi, musica e balli, creando un’atmosfera di festa che coinvolge l’intera comunità.

Una delle attività più popolari è l’accensione del falò serale: un enorme fuoco al centro della piazza principale con l’obiettivo di far ballare i busó e gli ospiti, accompagnato da una musica ad alto volume interrotta di tanto in tanto dal suono dei cannoni turchi.

Esperienza gastronomica: le specialità del Carnevale

Il Carnevale di Mohács non è solo uno spettacolo visivo, ma anche un’opportunità per gustare le prelibatezze culinarie locali. Le bancarelle offrono specialità tradizionali ungheresi, come i celebri piatti di carne e il famoso vino della regione.

La ciambella è il dolce tipico di carnevale e può essere salata o dolce e con o senza ripieno. In Ungheria le ciambelle sono legate a molte superstizioni, a Szerémség, ad esempio, la gente le preparava per assicurarsi che le tempeste non facessero saltare i tetti delle case.

Visitare l’Ungheria

Nel cuore dell’Europa, l’Ungheria è una destinazione ricca di tesori e opportunità per i viaggiatori che cercano splendidi paesaggi, tradizioni centenarie e una offerta eno-gastronomica perfetta anche per i palati più esigenti.

Borghi medievali, steppe dove è possibile osservare animali allo stato brado, splendide rocche, affascinanti palazzi che ricordano il glorioso impero austro-ungarico e suggestivi scorci su fiumi e laghi, tra cui spicca il lago Balaton, il più grande dell’Europa centrale.

Questo già basterebbe per organizzare un tour del paese così da esplorarlo in lungo e in largo ma non si può dimenticare che a tante meraviglie si aggiunge anche l’affascinante Budapest.

La capitale ungherese, dal vivace panorama artistico e musicale, i suoi caffè, le sue numerose manifestazioni culturali e ricreative è una gemma preziosa nell’offerta turistica del paese e vanta straordinari gioielli architettonici, alcuni dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Per maggiori informazioni:  visithungary.com

Redazione