Emilia Food Fest: a Carpi, dal 22 al 24 settembre

emilia-food-fest-a-carpi-dal-22-al-24-settembre

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Emilia Food Fest: a Carpi, dal 22 al 24 settembre

Emilia Food Fest quest’anno si svolge a Carpi. Facilmente raggiungibile da varie regioni italiane, vanta uno splendido centro storico…perché il food è cultura. Infatti, durante la manifestazione – dal 22 al 24 settembre – si avvicenderanno spettacoli di intrattenimento, cortei, installazioni in piazza (è la volta di un maxi-tortellino, vera opera d’arte).

emilia-food-fest-a-carpi-dal-22-al-24-settembre

La manifestazione premia il turismo ‘lento’, quello che apprezza anche i prodotti del territorio e si ferma per gustarli. Saranno presenti 20 ristoratori e vari testimonial.

In occasione del festival si svolgerà la seconda edizione del premio Sandro Bellei riservato ad una figura giornalistica regionale (la vincitrice 2023 è la romagnola Gabriella Pirazzini, ideatrice della storica trasmissione ‘Con i piedi per terra‘).

Non manca il processo sulla pubblica piazza ad un prodotto emiliano: quest’anno è la volta della mortadella, tra le eccellenze del territorio.

Il festival cultural-gastronomico si svilupperà nel centro storico di Carpi a partire da Piazza dei Martiri, per estensione una delle più grandi piazze italiane, con produttori provenienti dalle varie province emiliano – romagnole per far conoscere e degustare i sapori del territorio in un vero e proprio viaggio sensoriale.

Emilia Food Fest, l’organizzazione

L’edizione 2022 è stato un grande successo con tantissime persone venute da fuori Carpi per seguire la manifestazione  – spiega Alberto Bellelli, Sindaco del Comune di Carpi – Fin dal giorno successivo insieme a SGP Grandi Eventi e agli altri soggetti che contribuiscono all’organizzazione, abbiamo iniziato ad immaginare cosa poter aggiungere a quella che si era rivelata una formula vincente”.

Gli ingredienti potrebbero sembrare semplici e basilari: un contesto meraviglioso come Piazza dei Martiri e le eccellenze gastronomiche della food valley. Ma questa terra, questa comunità non ha mai ragionato sulla semplice somma ricercando quel valore aggiunto che renda speciale un evento” prosegue il sindaco.

E questo valore aggiunto è l’amalgama che si è creato con tutti i partner di EmiliaFoodFest. Le DOP emiliano-romagnole sono un valore che si aggiorna continuamente quantitativamente e qualitativamente. Un valore che è un “ponte sul mondo” che siamo orgogliosi parta da Carpi e dalla sua piazza” conclude Bellelli.

Siamo orgogliosi e felici che questo festival, un evento unico in regione, che racchiude storia e tradizione della nostra arte culinaria sia diventato una tradizione per Carpi” spiega Stefania Gasparini, Assessore alla Promozione del Centro Storico del Comune di Carpi.

“Proprio la nostra città, infatti, è sia geograficamente che storicamente il centro delle tante eccellenze enogastronomiche della nostra regione. Eccellenze che vanno valorizzate anche perché sono parte fondamentale della nostra economia” termina Gasparini.

La Camera di Commercio di Modena non ha fatto mancare anche quest’anno il proprio sostegno a Emilia Food Festival, manifestazione di sicuro interesse per la promozione delle eccellenze agroalimentari del nostro territorio” afferma Giuseppe Molinari, Presidente della Camera di Commercio di Modena.

Il successo ottenuto dalla prima edizione di Emilia Food Fest è lì a dimostrarlo: l’eccellenza agroalimentare della nostra regione, quella modenese in particolare, è un elemento di richiamo fortissimo, come testimoniano anche i dati riguardanti il turismo” spiega Claudio Medici, Presidente CNA Modena “Segno che l’impegno che da anni mettiamo in questo tipo di attività non è fine a sé stesso, ma rappresenta un contributo allo sviluppo economico della comunità”.

EmiliaFoodFest racconta tutte le eccellenze del territorio, una vera sfida essendo l’Emilia-Romagna, riconosciuta per il maggior numero di DOP e IGP”  dice Stefano Pelliciardi, Amministratore SGP Grandi eventi “. “Vanta inoltre 24 musei del gusto che raccontano storie e tradizioni del territorio, la kermesse si pone l’obbiettivo di raccontare queste eccellenze il tutto accompagnato da un ricco calendario di appuntamenti come showcooking, degustazioni, premiazioni e spettacoli”.

emilia-food-fest-a-carpi-dal-22-al-24-settembre

Dopo il grande successo dello scorso anno come pubblico, come vendite  e qualità della manifestazione, EmiliaFoodFest si conferma una kermesse attrattiva per turisti, visitatori e gourmet che potranno scoprire la città di Carpi con tutte le sue bellezze artistiche, gastronomiche e culturali” sottolinea Pellicciai.

Premio Bontà…e altri

Tra le premiazioni, ci sarà anche il Premio Bontà, dedicato ad una realtà territoriale che abbia dimostrato una particolare attenzione ai temi del sociale e della solidarietà. Nella giornata di domenica verrà consegnato all’Associazione Tortellante, un progetto modenese fondato dallo chef Massimo Bottura e da Lara Gilmone.

Si tratta di un laboratorio terapeutico riabilitativo che è riuscito a coniugare la tradizione culinaria della regione Emilia-Romagna con l’aiuto a persone con disturbo dello spettro autistico, creando per loro l’opportunità di occupazione attraverso un’eccellenza tipica modenese.

Il Premio Ambasciatrice del Gusto verrà consegnato a Natalia Cattelani, cuoca e foodblogger legata al territorio emiliano. Ricette on line e ben 6 libri pubblicati. Il più nuovo è ‘Ricette Salvabolletta’.

Emilia in the World, che premia un personaggio emiliano che ha portato lustro alla regione, sarà assegnato a Beppe Carletti, tastierista e fondatore della band Nomadi.

www.emiliafoodfest.it

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico. E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.