Erbolario: profumo di indaco e di lillà

Erbolario - indaco-lillà

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Erbolario, per questo autunno/inverno, lancia due nuove profumazioni da regalare e da regalarsi: una basata sul fiore di lillà e l’altra ispirata alla spiritualità del colore indaco. Azienda da sempre attenta alla ricerca e alla qualità degli ingredienti naturali, è caratterizzata, allo stesso tempo, da un’immagine estremamente curata.

Linea Lillà lillà.

Lo studio era pieno dell’intenso odore delle rose e, quando il dolce vento d’estate serpeggiava fra gli alberi del giardino, per la porta aperta entrava la pesante fragranza dei lillà o il profumo più sottile dei rovi in fiore”.

Così scriveva Oscar Wilde ne “Il ritratto di Dorian Gray”. Il lillà, con le sue generose fioriture, era un’icona del romanticismo vittoriano e dei suoi giardini, che si trasformavano in salotti all’aperto nella bella stagione. All’epoca, donare dei lillà significava ricordare un vecchio amore, e proprio per questa ragione era particolarmente amato (e indossato) dalle vedove. Un’antica leggenda narra che il popolo delle Fate prediligesse i fiori di Lillà, e perciò si usava piantarne un cespuglio per purificare i luoghi in cui si credeva fosse annidato uno spirito maligno.Erbolario - indaco-lillà

Conosciuto (non a caso) anche col nome di “Serenella”, il profumo di questo fiore avrebbe proprietà antidepressive e rilassanti, in grado di alleviare le preoccupazioni e sciogliere le tensioni. Lillà lillà è una linea per donne romantiche che pensano sempre alla primavera. L’Assoluta di Lillà – ingrediente assai pregiato – garantisce l’intensità di questa fragranza (con note di Fiori di Lillà, Neroli, Labdano, Ambra, Cedro) è tipicamente floreale e vivacemente fruttata. Perfetta la Beauty Pochette che contiene Profumo da 30 ml, Bagnoschiuma da 50 ml e Crema corpo da 50 ml.

Linea Indaco.

L’indaco più che un colore è uno stato d’animo. Anzitutto, pochi riescono a definirlo correttamente (blu? viola? entrambi?). Per me, corrisponde al colore del cielo al tramonto sul mare d’estate, quando – in pochi minuti – passa dal violetto al blu della notte. In realtà, si tratta di una combinazione di blu scuro e viola ottenuta da una pianta, l’Indigofera tinctoria, nota sin dai tempi più antichi: sia gli Egizi sia le popolazioni asiatiche la utilizzavano per tingere i tessuti. I Greci diedero a questo pigmento il nome di blu “indaco” rifacendosi, appunto, alla sua origine indiana. Nel Medioevo, fu utilizzato dagli Europei tanto nella cosmetica e nella medicina quanto nell’arte restando, sempre e comunque, una merce di lusso. Poi, nel 1873, l’imprenditore bavarese Levi Strauss, insieme al sarto lettone Jacob Davis, cominciò a produrre delle tute da lavoro in tela di Nîmes (oggi nota come denim), tinte con l’indaco, con le cuciture rinforzate da rivetti di rame, pensate per i minatori impegnati nella corsa all’oro. Erano nati i jeans e, con essi, il colore indaco diventava “popolare”. 

Nella psicologia dei colori, l’indaco rappresenta l’intuizione e la percezione (corrisponde, infatti, al VI chakra; per intenderci, quello del “terzo occhio”) ed è di aiuto per la raggiungere e conservare la concentrazione quando si vuole meditare. Dona inoltre la forza, la saggezza, il senso di giustizia e l’integrità necessarie per mettersi al servizio degli altri.

Erbolario - indaco-lillàL’Indigofera tinctoria arricchisce questa linea di Erbolario con tutte le sue virtù, calmanti, protettive e antiossidanti, che donano alla pelle elasticità e morbidezza. Ad essa si affiancano, inoltre, il Fiordaliso – simbolo di felicità e leggerezza – il Lino (presente con l’estratto e l’idrolizzato proteico) e la Borragine, da sempre apprezzata per la sua capacità di far ritrovare serenità.

La linea Indaco è caratterizzata da una fragranza piacevolmente unisex, ben bilanciata fra note legnose e speziate (polvere di cacao, geranio d’Egitto, Patchouly dell’Indonesia, Vaniglia del Madagascar, Vetiver indiano). Più complesso di quello che appare, è un profumo ideale per l’inverno, perché si rivela un poco alla volta. Anche in questo caso, consigliamo la Beauty Pochette che contiene: Profumo da 30 ml, Bagnoschiuma da 50 ml e Crema corpo da 50 ml (NB. Ideale dopo la doccia in palestra, perché si asciuga rapidamente lasciando la pelle tonica ed elastica). www.erbolario.com

Testo di Alessandra Corrias (www.bringymschool.it)

Alessandra Corrias

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.