File Bag di Regenesi: la nuova collezione si ispira all’India

Regenesi - India - File- Bag

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Da un viaggio in India di Maria Silvia Pazzi, fondatrice di Regenesi,  brand made in Italy, nasce la nuova collezione di borse in pelle rigenerata ispirata all’Oriente

Un lusso sostenibile, perché non c’è antitesi tra rigenerazione e bellezza

Questi i valori di Regenesi, azienda bolognese che dal 2008 si occupa di economia circolare grazie alla trasformazione innovativa e sostenibile di materiali di post-consumo per dare vita a oggetti e accessori di alta gamma, lavorati a mano in Italia da esperti artigiani. Prodotti frutto di un made in Italy che investe al 100% nel concetto di produzione responsabile, sostenibile e innovativa, e che trasforma gli scarti in bellezza grazie alla collaborazione con designer italiani e internazionali, e con giovani emergenti.

Anima italiana e sguardo rivolto verso Oriente. Tutto all’insegna di una sostenibilità che da sempre punta sul recupero e la rinascita di materiali pronti a una seconda vita

 “India” è la nuova collezione File Bag di Regenesi e amplia, con 10 nuovi temi visivi, fantasie e inserti di materiali rigenerati, la linea di punta del brand made in Italy guidato da Maria Silvia Pazzi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

File Bag è la borsa in pelle rigenerata icona del lusso sostenibile. Una bag versatile, unica ma sempre diversa, in grado di adattarsi all’umore e alla storia di ogni donna grazie alla possibilità di sostituire in un attimo cover e tracolla, cambiando così outfit e stile.

Disegni naif, architetture dei palazzi del Nord, vegetazione tropicale e la reinterpretazione della ricca e complessa simbologia indiana sono i temi delle nuove 10 cover di questa collezione, riproposti nello stile Regenesi e secondo il gusto occidentale, ma sempre con la volontà di rispettare la spiritualità di questo Paese. Natura, animali, mani e occhi, nuove texture e una palette di colori che dal verde smeraldo esplora, proprio come in un viaggio, i toni più selvaggi del rosso e del nero, fino ai ricami che, come veri e propri intarsi, disegnano foglie, fiori e bulbi.Regenesi - India - File- Bag Regenesi - India - File- Bag

La pelle rigenerata è come sempre protagonista della linea, a cui si aggiungono materiali diversi come il denim rigenerato di Italdenim e l’innovativa Econyl, una lycra 100% ecosostenibile prodotta da Aquafil attraverso il riciclo della plastica proveniente dalle reti da pesca.

Il design delle cover della linea “India” è stato realizzato in collaborazione con la giovane stilista Matilde Govoni, neolaureata alla L.UN.A. – libera Università delle Arti di Bologna – a conferma della volontà di Regenesi di lavorare non solo con designer di fama internazionale ma di dare spazio anche alle personalità più giovani.

 Regenesi -Maria Silvia PazziCon questa collezione ho voluto rendere un omaggio molto personale a una cultura complessa e affascinante come quella indiana – afferma la fondatrice e CEO di Regenesi Maria Silvia Pazzi – che ho potuto conoscere in occasione di un mio recente viaggio, durante il quale sono stata ospite con la mia famiglia di alcune persone del posto, che mi hanno fatto vivere dall’interno le loro tradizioni e la loro storia.

 

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.