I biscotti Befanini della Valle del Serchio

Di / 2 Gennaio 2017 Gusto Nessun commento
Befanini

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

IL WEEKEND DELL’EPIFANIA A BARGA (LU) TRA L’INCONTRO DEI BIMBI CON LA BEFANA E L’ASSAGGIO DEI “BEFANINI”, I BISCOTTI DELLA TRADIZIONE DA PREPARARE ANCHE A CASA

Avete mai assaggiato i tipici Befanini alla barghigiana, quei deliziosi biscotti di pasta frolla, che affondano le loro radici nella tradizione popolare e che le famiglie della vallata preparano ancora oggi rigorosamente in casa tramandando la ricetta di generazione in generazione ? Li portava, già nella notte dei tempi, la Befana ai bambini buoni, insieme a una manciata di caramelle, frutta secca e qualche mandarino. Qui, in questo angolo di Toscana inaspettato, stretto e quasi defilato tra le Alpi Apuane e l’Appennino Tosco Emiliano, gli antichi riti intrisi di magia sono duri a morire. Oggi, come allora, l’Epifania nella Valle del Serchio, ha ancora un’atmosfera e un sapore tutto particolare. Ogni anno, infatti, il 5 e 6 gennaio, si ripete una tradizione unica e suggestiva che, nel 1897, ha addirittura ispirato Giovanni Pascoli che alla Befana ha dedicato una delle sue poesie più toccanti e famose.Befanini

Tutto ha inizio il 5 gennaio quando la Befana scende dai monti a notte fonda con le sue scarpe tutte rotte.

Parte dalla casetta di legno immersa in un bosco di castagni a Pegnana, sulla montagna barghigiana, per recarsi a Barga dove troverà ad attenderla centinaia di bambini in costume da “befanottini” che insieme a lei attraverseranno il paese intonando i tradizionali canti. Le celebrazioni andranno avanti per tutto il pomeriggio e alle 21, davanti ad un grande falò, prenderà il via una serata in costume. Mentre in piazza si continuerà a far festa con vin brulé, prodotti tipici, balli, musica e intrattenimenti vari, la Befana porterà di casa in casa, a cavallo di una scopa o un asinello, i regali ai bimbi. La giornata di venerdì 6 gennaio sarà interamente dedicata alla festa che si svolgerà, a partire dalle 14.30, nella casetta di legno di Pegnana (visitabile tutto l’anno nei pomeriggi dei giorni festivi) dove la Befana incontrerà adulti e bambini accompagnata dai suoi amici animali e dall’inseparabile scopa magica. In programma sorprese, giochi, doni e specialità locali, fra le quali, appunto, i tradizionali “Befanini”.

Un appuntamento da non perdere, quindi, e un’occasione ideale per organizzare un weekend o un soggiorno più lungo alla scoperta del territorio e della Living Mountain del Ciocco Tenuta e Parco (un polo turistico alberghiero immerso in 600 ettari di parco che offre svago, sport, benessere e natura in un’unica soluzione) e vivere un’esperienza all’insegna delle tradizioni locali e del relax in un paesaggio autentico e genuino. www.ciocco.it

I biscotti “BEFANINI” secondo la tradizionale ricetta del CIOCCO TENUTA E PARCOBefanini

Ingredienti

Per il biscotto: farina 1 kg zucchero 700 gr burro 250 gr 6 tuorli d’uovo e 4 albumi e mezzo una bustina di lievito scorza di limone e di arancia grattugiate
Per il marzapane: mandorle tostate e tritate 300 gr zucchero 280 gr 1 albume e mezzo d’uovo scorza di limone e di arancia grattugiate alchèrmes, rum, cognac e sassolino

Procedimento

Lasciare il burro a temperatura ambiente, unire gli altri ingredienti e lavorare bene per ottenere un impasto omogeneo che va fatto riposare in frigorifero per almeno mezza giornata. Il marzapane si prepara amalgamando insieme tutti gli ingredienti perché la pasta deve risultare abbastanza consistente, non troppo morbida. Stenderla con un mattarello e fare biscotti di varie forme che devono essere “pizzettati” (possibilmente con pinzette in metallo) sul lato esterno in modo da lasciare internamente lo spazio per inserire il marzapane. Inserire quindi il marzapane e sopra fare una decorazione con fiorellini, foglioline o altri piccoli ornamenti di pasta. A questo punto far riposare per circa un giorno, poi procedere alla cottura in forno a circa 200°. Appena tolti dal forno, i biscotti devono essere spolverizzati con lo zucchero a velo e lasciati freddare. Inseriti in appositi contenitori si mantengono per molto tempo.Befanini

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.