Màkari, le indagini di Saverio La Manna nella Sicilia di San Vito Lo Capo

Di / 12 Marzo 2021 Video Nessun commento

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Màkari, nella Sicilia di San Vito Lo Capo, tra terra e mare

Màkari è la nuova serie PALOMAR con RAI FICTION, tratta dai romanzi di Gaetano Savatteri editi in Italia da Sellerio, che parte su Rai 1 da lunedì 15 marzo

La Sicilia di Màkari

La Sicilia di Màkari è proprio là, sulla punta occidentale dove si uniscono i due mari, incontro di popoli e culture attraverso secoli di storia, di cui l’isola raccoglie testimonianze e tesori inestimabili.

makari-le-indagini-di-saverio-la-manna-nella-sicilia-di-san-vito-lo-capo

La Sicilia è protagonista di questa nuova serie che prende le mosse dai romanzi di Gaetano Savatteri che ci fanno conoscere un giornalista indagatore, Saverio la Manna, che perso il posto al ministero degli interni per uno stupido tweet, torna nella sua terra dopo anni di lontananza.

Saverio La Manna non è un poliziotto ma un giornalista indagatore, un tipo di personaggio di cui nella storia della Rai esistono assai pochi esempi: bisogna risalire alla storica serie “Le avventure di Laura Storm”, impersonata da Lauretta Masiero nel 1965!

makari-le-indagini-di-saverio-la-manna-nella-sicilia-di-san-vito-lo-capo

Delle storie e dei personaggi di Màkari ci parlano Maria Pia Ammirati direttrice di RAI fiction, il produttore Carlo Degli Esposti, il regista Michele Soave, lo scrittore Gaetano Savatteri, gli attori che danno vita ai personaggi.

Giallo e melodramma, inchiesta e commedia sentimentale.

Questi i fili che si intrecciano nelle vicende dei diversi personaggi le cui relazioni si approfondiscono via via, dando spessore alla loro umanità.

I personaggi di Màkari

Claudio Gioè impersona Saverio La Manna, un giornalista in disgrazia, che dopo un naufragio professionale approda nella sua isola natia.

Qui rinasce e diventa investigatore per vocazione, scavando dentro la realtà socio-culturale della sua terra e anche dentro se stesso, colmando la distanza che aveva messo tra sé e il luogo della sua nascita, che vede con amore e nostalgia, ma anche con lucidità, demistificando i luoghi comuni sul meridione e sui siciliani.

Palermitano come La Manna, Gioè sottolinea le potenzialità di un personaggio complesso, a tuttotondo, pieno di sfumature: un bel compito interpretarlo per un attore che così può attingere sia alle corde del dramma che a quelle della commedia.

Beppe Piccionello è la spalla, un Sancho Panza siciliano, un pescatore del posto, immerso nella concretezza della sua isola, che richiama il buon senso della tradizione siciliana.

La protagonista femminile è Suleima, una venere della porta accanto, una ragazza intraprendente e curiosa, che incontra Saverio e lo aiuta nelle indagini.

Il rapporto tra i due si svilupperà in modo dialettico, mettendo in crisi le certezze di Saverio, spingendolo a vedere le cose da un punto di vista diverso.

Tra loro sboccerà l’amore.

Il padre di Saverio, professore in pensione, vedovo, è un padre che si assume totalmente questo ruolo nei confronti del figlio prematuramente orfano e che poi torna come figliol prodigo.

E poi conosceremo Marilù, che gestisce un ristorante nella splendida Scopello, ha visto crescere Saverio e rappresenta una figura materna, in bilico tra priorità degli affetti e concretezza degli affari.

makari-le-indagini-di-saverio-la-manna-nella-sicilia-di-san-vito-lo-capo

La Sicilia di Savatteri

I temi delle pagine di Savatteri tornano nella fiction che ci mostra una  Sicilia che si guarda allo specchio, e manifesta una forte la volontà di inoltrarsi sulla strada della trasformazione e dello sviluppo.

Per Gaetano Savatteri la Sicilia è più di uno sfondo, è un vero e proprio personaggio dei suoi romanzi, che deve essere ben presente oggi nella rappresentazione e nella politica del paese.

Ricordando Sciascia, per Savatteri la Sicilia

continua ad essere metafora

dell’Italia intera.

In Màkari vedremo una Sicilia contemporanea, indagata e mostrata nella sua complessa, problematica e affascinante realtà.

Il Volo compone e interpreta la sigla, esaltando le radici siciliane di Ignazio, autore del pezzo.

Non solo al Sud si indaga…tra letteratura e fiction

Tanti sugli schermi Rai gli indagatori meridionali, tra cui ricordiamo i napoletani Mina Settembre e il commissario Ricciardi, protagonisti di due serie, tratte dai romanzi di Maurizio De Giovanni, che si sono appena concluse con grande successo.

Altri progetti preannunciati della Rai saranno ambientati a Milano, a Venezia, nella montagna, perché tutta l’Italia offre paesaggi e situazioni ricche di interesse, di bellezza, di suggestioni letterarie da far conoscere e apprezzare.

Una particolare attenzione va proprio alla letteratura che dà linfa e nutrimento a queste storie, attraverso la collaborazione e lo scambio tra scrittori e sceneggiatori, due professionalità complementari ma diverse.

E il pensiero va al grande Andrea Camilleri che tante storie ci ha raccontato con le inchieste del commissario Montalbano!

Chissà se stiamo per conoscere l’erede di Montalbano, così amato dai telespettatori, che “forse” si è accomiatato lunedì 8 marzo.

Elefteria Morosini

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.